Pain perdu al forno (2)

Amici delle civette, oggi vi propongo una ricetta che prevede l’utilizzo di pane raffermo.

Parliamo di pane di un certo tipo.

Nel mio caso pane di farro, integrale, con le noci.

Il pane raffermo è una grande risorsa, ma quando è buono come quello che io ho adoperato in questa ricetta il problema è proprio farlo diventare raffermo!!!  (nascondetelo da qualche parte)

Ecco dunque questa ricetta antichissima, declinata a basso indice glicemico.

Pane integrale + latte di capra + zucchero di cocco.

Ingredienti
250 gr pane di farro integrale raffermo (il mio con le noci)
300 ml latte di capra
50 gr zucchero di cocco + 2 cucchiai
2 uova
1 bustina di vanillina
3 cucchiai di gocce di cioccolato fondente

Tempi
5 minuti + 30 di riposo + 30 di cottura

Cottura
30 minuti a 180 gradi

Copia di collage pain perdu

Preparazione

Tagliate il pane a pezzetti.  

Disponetelo nella teglia, nella quale farete cuocere il pain perdu.

In una ciotola mescolate il latte di capra, lo zucchero di cocco integrale, le uova e la vanillina.

Rovesciatelo nella teglia, e lasciate il pane a inzupparsi per una mezz’oretta.  

Quindi spargere  sulla superficie dello zucchero di cocco e infornare a 180 gradi per 30′ gradi

Al 20’ estrarre la teglia e cospargere di gocce di cioccolato.

Servire tiepido.

Pain perdu al forno (4)

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “Pain perdu al forno

  1. Sissi ha detto:

    Allora niente discussione: abbiamo tutti gli ingredienti per il pain perdu!
    E se riesci a mettere una parolina per il meteo del prossimo fine settimana….
    Negi è bella sempre, ma con il sole è meglio!
    Adesso ai fornelli!
    Baci
    Sissi

  2. Sissi ha detto:

    Cara Raffaella,
    guardo fuori e piove… guardo di nuovo e piove sempre. Urge organizzare un pomeriggio ai fornelli per distrarre la banda! Mi piacerebbe provare il pain perdu, ma non sono assolutamente riuscita a trovare lo zucchero di cocco. Come si può fare?
    Adesso faremo una riunione intorno al tavolo della cucina: l’argomento è scottante! Sarà meglio scegliere una ricetta già collaudata o provarne una nuova?

    Ah… preparaci il sole: settimana prossima faremo una volata dalle tue parti!
    Un abbraccio
    Sissi e banda

    1. Raffaella ha detto:

      Carissima, lo zucchero di cocco vuole sostituire quello di canna che è ottimo per dorare negli ultimi minuti.
      Se non lo trovi non ti preoccupare usa il fruttosio che va benissimo.

      Ciao!

      Raffaella

    2. Raffaella ha detto:

      Per il sole…ne parlo al Principe. Magari lui fa il miracolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

*