Cuori di waffle salati

Ingredienti
120 g farina integrale di tipo 2
40 g formaggio grana
1 uovo
150 ml acqua
30 ml olio EVO
Sale
Pepe
½ bustina di lievito per torte salate
1 cipollotto fresco

Preparazione
Preparate una pastella mescolando dapprima gli elementi secchi, poi quelli liquidi. Lavate il cipollotto, tagliatelo a fettine, e unitelo all’impasto. Fate riposare quindici minuti.
Ungete la piastra per waffle con un pennello precedentemente intinto nell’olio, accendete alla massima temperatura e quando raggiunge il calore per la cottura versateci una dose di impasto, che deve lambire il perimetro della sagoma del waffle.
Chiudete e lasciate cuocere 4 minuti il primo, 3 quelli successivi.
Aprite la piastra, staccate la cialda aiutandovi con un utensile antiaderente.
Ungete nuovamente le piastre e cuocete il secondo waffle, e così via fino ad utilizzare tutta la pastella.

Serviteli caldi accompagnati da ricotta fresca.

Ricetta dei waffle dolci.

Morbido allo zucchero di cocco e lamponi

 

San Valentino 2014 

Ultimo piatto del menu  Sweet Valentine.  Questa volta il  protagonista è lo zucchero di cocco (potere dolcificante pari a quello del normale zucchero, giusto per regolarvi)  che regala  ai dolci un profumo deciso e un colore ambrato. E’ un dessert di quelli da mangiare con la forchetta, non sta  nella foto solo per esigenze  estetiche, ci va proprio.

 

morbisoso zucchero cocco MORBIDO DI ZUCCHERO DI COCCO E LAMPONI

 ( senza uova, né lattosio, né grassi, né glutine, nè lievito…)

 

Tempi

10  minuti + 30 di cottura + 2/3 ore di riposo nel frigoimpasto

Ingredienti

100 gr mandorle
50 gr lamponi freschi
30 gr mele disidratate a cubetti
2 arance – il succo
2 cucchiai di zucchero di cocco

 

Cottura

30 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Fate ad una piccola teglia un abito su misura con la carta da forno,  per chi non lo sa fare —->  vedi di seguito le spiegazioni.prima e dopo la cottura

Tritate le mandorle, spremete le arance, e svuotate in una terrina aggiungendo tutti gli altri ingredienti ad eccezione dei lamponi. Quando l’impasto sarà ben mescolato aggiungete i lamponi e versatelo con cura nella teglia livellandolo col dorso di un cucchiaio bagnato.

Fate cuocere a 180 gradi per 30 minuti.

Quando la tirerete fuori dal forno sarà ancora pressoché molle, come quando ce l’avete messa…niente panico:  lasciate raffreddare e riponetela in frigo per 2/3 ore.

Poco prima di servire tagliarla delicatamente a fettone, farla scaldare in forno e appoggiarla sul piatto, magari con un filo di cioccolato fondente…

 

 

FARE ALLE TEGLIE UN ABITO SU MISURA CON LA CARTA DA FORNO

WP_20140205_00220140207183045

È pacifico che adoperare la carta da forno per una torta con impasto consistente richieda solo che la si tagli e la si appoggi alla teglia.

Mentre per un impasto morbido, che non ha esigenze particolari di forma (pasticci, preparazioni di verdure, frittate al forno, ecc ecc) basta stropicciare la carta tra le mani, bagnarla sotto l’acqua, strizzarla e modellarla all’interno della forma che si intende adoperare.

Invece per gli impasti molli tipo “torta sbattuta” che richiederebbero la classica “imburrata e infarinata” preventiva possiamo fare un vestitino di carta da forno che 1) eviterà che si attacchi alla teglia ancora meglio del metodo tradizionale, 2) non lascerà aloni di unto e 3) permetterà di capottarla e trasferirla appena appena uscita dal forno.

vestito su misura per teglie

Munitevi di matita e forbici…e un rotolo da carta da forno.

Tagliate dalla carta da forno delle sagome corrispondenti al fondo della teglia e alle parti laterali, #immargarinate la teglia, appoggiate le sagome, ed è fatto.

La margarina fungerà da colla che non farà minimamente spostare la carta da forno. Perché non il burro? È lo stesso…ma la margarina è più pratica: è più morbida anche appena tirata fuori dal frigo.

morbidoso di zucchero di cocco...finito

Cuori di fiocchi d’avena con crema al Kumquat

San Valentino 2014

 

Primo dei due dolci del menu  Sweet Valentine.  I cuori di  fiocchi di avena sono molto semplici,  si impastano in un attimo. La crema al kumquat, comunemente chiamato mandarino cinese, è molto fresca, ve la consiglio a prescindere dai cuori, è un semifreddo delizioso. Alla base ha il tofu morbido o  silken tofu, ottimo sostituto di uova, panna ecc ecc.

 

avena e kumkuat

 CUORI DI AVENA CON CREMA AL KUMQUAT

( senza uova, né lattosio, né grassi…)

biscotti a cuore 

Tempi

10  minuti + un’ora di riposo nel frigo + 12/15 di cottura

 

Ingredienti

150 gr  fiocchi d’avena
50 gr mandorle
60 gr zucchero di cocco integrale
1 arancia bio – il succo + un pezzetto di buccia
Cannella  – una spruzzata se vi piace

 

Cottura

12/15 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Mettete nel mixer lo zucchero di cocco integrale, le mandorle, la buccia di arancia  e 75 grammi di fiocchi d’avena.

Frullate il tutto, versate in una terrina e poi aggiungete gli altri fiocchi d’avena, il succo dell’arancia e la cannella.
Formate una palla, racchiudetela nella pellicola trasparente e mettetela nel frigo.

preparazione biscotti

Passata un’ora tiratela fuori, stendete un pezzo di carta da forno sulla placca e cominciate a formare i vostri biscotti. Potrete fare delle semplici palline di 10/15 grammi l’una, inumidendo spesso i palmi delle mani, che poi schiaccerete, oppure optare per i cuori, visto il tema della serata…

Se scegliete i cuori dovrete #sandwicciare l’impasto (stendere la pasta tra due fogli di carta da forno) perché è parecchio appiccicosa, e passarci il mattarello fino a ridurla una sfoglia di mezzo centimetro. 

Poi usate un tagliapasta per formare i vostri cuori, e poggiateli sulla placca foderata dall’insostituibile carta da forno.

Fate cuocere in forno 10/12 minuti a 180 gradi.

 

 

 CREMA AL KUMQUAT

 preparazione crema

Tempi

10  minuti  (a volerla tirare per le lunghe)

Ingredienti

200 gr  tofu mordido  ( silken tofu)
200 gr kumquat
2 cucchiai di sciroppo di agave (o più, se vi piace dolce dolce)

 

Preparazione

Lavate i mandarini cinesi, togliete i noccioli, tagliati e infilateli nel mixer con il tofu morbido e lo sciroppo di agave.

Fate frullare a lungo, fino a che non si forma una mousse ferma.  

Aggiungete i cuori di fiocchi di avena.

Questa ricetta è ripetibile con altra frutta: lamponi,  fragole, kiwi….(mantenendo la proporzione      peso di frutta = peso di tofu morbido).

Se avete voglia, e tempo, potete preparare una salsa veloce per nappare la mousse. Prendete altri kumquat, lavateli, eliminate i noccioli e tagliateli a fettine sottili. Fateli cuocere una decina di minuti a fuoco dolce con un cucchiaio di sciroppo di agave e versatela tiepida sulla crema fredda.

biscotti

Flan di nocciole con fonduta di Raschera


San Valentino 2014

 

Secondo piatto del menu  Sweet Valentine. Amo particolarmente questo flan, sarà una vera sorpresa anche per voi. Le nocciole abbinate al formaggio sono stupende! 

 

 

 

 FLAN DI NOCCIOLE CON FONDUTA DI RASCHERA

 

Flan di  nocciole 

Tempi

10  minuti  + 25 di cottura

Nocciole in Flan

Ingredienti

Dose per 4 flan
80 gr farina nocciole
2 uova
40 gr formaggio grana  – grattugiato
6 gr sale
1 yogurt soia o di capra sgocciolato (125 gr)
100 gr Raschera

 Flan di nocciole_preparazione

Cottura

Forno
A bagnomaria
25 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Tritate le nocciole, aggiungete le uova, il grana, lo yogurt e il sale, #immargarinate quattro pot, e posizionateli in una teglia dove avrete rovesciato dell’acqua. I pot devono rimanere immersi fino all’altezza dell’impasto. Mettete in forno a 180 gradi per 25 minuti.

Poco prima di servire i flan  fate fondere il Raschera a bagnomaria (ancora!!!) in un pentolino immerso in un altro più grande e pieno d’acqua.
Servire la fonduta sopra o accanto al flan.

Se amate i sapori più forti potreste usare il Castelmagno, giusto per rimanere in provincia di Cuneo. È un formaggio erborinato che si sposa benissimo con le nocciole, e magari potreste far scendere una goccia di miele sulla fonduta, quando già è nel piatto…

Flan Sweet Valentine alla nocciola

Crêpes di farro integrale al radicchio variegato di Castelfranco

San Valentino 2014

 

Prima ricetta del menu  Sweet Valentinele crêpes. Questo piatto fa sempre festa, anche se è veloce ci dà l’impressione di un gran lavoro alle sue spalle. L’ho abbinato al radicchio variegato di Castelfranco, amarognolo e al caprino fresco, mi pare si sposino bene. Quindi…al lavoro!!!

 

Crepes di farro

 CRÊPES DI FARRO INTEGRALE AL RADICCHIO VARIEGATO

( senza uova, né lattosio)

Tempi

5  minuti per l’impasto + 1 ora di riposo + 5 minuti di cotturaCrepes di farro - si cuoce il radicchio

Ingredienti

Per 10 crêpes (diametro 16 cm)
360 ml latte di capra o di soia
160 gr  farina di farro integrale
5 gr sale

 

Per la farcitura

1 cespo di radicchio variegato di Castelfranco
1 cipollotto fresco di Tropea
100 gr caprino fresco
Sale
Formaggio grana

 

Olio Evo- un po’

 Crepes di farro - si cuoce la pastella

Cottura

Doratura in forno:
10 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Preparate l’impasto e lasciatelo riposare in frigo un’oretta.
Tagliate il radicchio e il cipollotto fresco, e fateli saltare in padella una decina di minuti con un filo d’olio.

Salateli.

Mettete un filo di olio in una padellina col fondo perfettamente liscio, e versare una piccola mestolata di impasto avendo cura di far roteare la padella affinché si spalmi uniformemente. Lasciare cuocere fino a che non noterete piccoli rigonfiamenti sulla superficie, segno che dalla parte vicina al calore si è formata una crosticina.  Allora prendete una spatola antiaderente e giratela (se siete bravissimi lo potete fare con un colpo di polso,  ovviamente…). Lasciate cuocere anche dall’altra parte e procedete così fino a terminare la pastella.  (mestolata+ cuoci primo lato + gira + cuoci il secondo)

Come ho scritto a me ne sono venute 10 che sono anche un po’ troppe per due…ma dipende dagli appetiti. Se pensate che davvero siano abbondanti per farcirle tutte, mettetene un paio in frigo, su un piatto  sigillato da pellicola trasparente. Le potrete usare con una farcitura dolce (pezzetti di cioccolato fondente, marmellata senza zucchero, crema di mandorle…) .

Crepes di farro - si arrotola la crepe

Quando le avrete tutte pronte stendetele sul piano da lavoro, spalmate al centro di ognuna un po’ di formaggio di capra, una cucchiaiata di radicchio e chiudetele.  

Io l’ho fatto a libro, come nelle foto, ma vanno bene a ventaglio, a cannellone o a bomboniera sigillate da un filo di erba cipollina… Foderate una teglia di carta da forno e disponete le vostre crêpes, spolverandole di formaggio grana. Infilatele nel forno acceso a 180 gradi solo poco prima di servirle in tavola,  e lasciatele una decina di minuti. 

Crepes di farro...in teglia.

Have a Sweet Valentine’s Day !!!

San Valentino 2014

Questa è la settimana di San Valentino, quindi vai con … cuori, rosso, fiori, cioccolato, rosa, profumi, cene a lume di candela, occhi innamorati e tutto il resto…
E qui dalle civette che si poteva organizzare? Un menu, ovviamente, a basso IG e ad alto gusto.
Quindi bando alle ciance: da domani a giovedì pubblicherò quattro ricette che faranno parte di un “dolce menu di San Valentino”.

Lunedì 10 – Crêpes di farro integrale con radicchio variegato
Martedì 11 – Flan di nocciole con fonduta di Raschera
Mercoledì 12 – Cuori di avena con crema al Kumquat
Giovedì 13 – Morbido allo zucchero di cocco e lamponi

Avrete tempo di provare in anticipo le ricette, per replicarle in grande stile venerdì sera….

Ma perché due dolci, vi chiederete…perchè è Sweet Valentine’s day, no?