Marmellata prugne cioccolato ( cottura spidy )

Marmellata prugne e cioccolato (4)

Ingredienti

500 g prugne
150 g zucchero integrale di cocco o altro low ig
100 g cioccolato fondente – minino 72% di cacao
100 ml acqua
1 cucchiaino colmo di agar agar

 

Marmellata prugne e cioccolato (2)

Cottura

15 minuti

Preparazione

Lavate e denocciolate le prugne, mettetele in una pentola con lo zucchero e l’acqua. Mescolate per bene.

Fate cuocere a fuoco dolce per 15 minuti. Spegnete il fuoco.

Estraete dalla pentola alcune mestolate di composta. Immergete il mixer nella pentola e frullate il tutto.

Quindi versate nella pentola la parte che avete tolto. In questo modo la marmellata manterrà dei bei pezzettoni di frutta.  Se invece amate una composta omogenea frullatela tutta.

Prelevate un bicchierino di marmellata, sciogliete l’agar agar – molto molto bene -, poi versate nella pentola e amalgamatelo.

Marmellata prugne e cioccolato (3)

Riducete a quadrotti il cioccolato, aggiungetelo alla marmellata e mescolate fino a farlo sciogliere. (Se nel frattempo si fosse raffreddata troppo accendete il fuoco per alcuni minuti.)

Riempite i vasetti di conserva, chiudeteli e metteteli a raffreddare a testa in giù su una superficie di legno fino a che non avranno formato il sottovuoto.

Marmellata prugne e cioccolato (1)

Composta speziata di mele e nocciole

Composta di mele

La composta di mele e nocciole è leggermente dolcificata, finemente frullata e speziata con cannella, chiodi di garofano e cannella.  

Si può usare come marmellata o si può accompagnare un formaggio dal sapore neutro. Qui la ricetta in versione Bimby

Ingredienti

500 g di mele
100 ml acqua
50 g zucchero integrale di cocco
50 g nocciole tritate
Noce moscata
Chiodi di garofano
Cannella

Cottura

40 minuti

mele x composta

Preparazione

Sbucciate le mele, tagliatele a pezzi mettetele in una pentola con gli altri ingredienti.

Fate cuocere 10 minuti. Frullate col mixer a immersione, proseguite la cottura per altri 30 minuti.

Versate nei barattoli, chiudeteli e capovolgete su un piano di legno per formare il sottovuoto.

Crema (o marmellata) di prugne secche

marmellata di prugne secche (1)

Se volete una cremina facilissima, a bassissimo ig e subito pronta…eccola qui!

Inutile sottolineare i benefici delle prugne secche…ma se pensate sia il caso io e le Tre Civette  potremmo aprire una rubrica dal nome “Le Mille vie del Colon”,  e lì avremmo modo di dilungarci nel merito…

Tornando alla crema vi possiamo dire che è superbuona e cremosa, e che se la volete più liquida basterà che aumentiate la dose del latte di soia.

Si può fare anche col latte di capra.

A me piace molto come marmellata  quando voglio delle  crepes di farro dolci.

marmellata di prugne secche

Crema ( o marmellata ) di prugne secche

(no zuccheri aggiunti)

 

 Ingredienti

250 gr prugne secche
250 ml latte di soia
zest di limone

 

Preparazione

Buttate gli ingredienti nel boccale del mixer, accendete e via!  E’ pronta. Riempite un vasetto e mettetela nel frigo.

marmellata di prugne secche (2)

Marmellata di fragole con agar agar

MARMELLATA DI FRAGOLE

Ancora una marmellata?

Sì, mi piace molto fare le marmellate e poi in questa stagione c’è solo l’imbarazzo della scelta .

In estate quando si oltrepassano le porte del mercato dai banchi dell’ortofrutta saltano agli occhi i colori più vivaci che si possano immaginare. E avvicinandoci veniamo avvolti dagli odori dolci delle pesche, dalle albicocche, dei meloni Mantova, delle fragoline di bosco… E poi c’è qualcuno molto molto fortunato che fa le marmellate con i frutti delle proprie campagne, come la mia amica Anita, per esempio…che invidia!

Comunque a parte il solito discorso sull’autoproduzione le marmellate fatte in casa sono ottime consumate a colazione, o come dessert unite a fiocchi d’avena e yogurt o latte di soia, o dentro ad una torta.

E sono un fantastico dono da regalare quando si è inviatiti fuori a cena, quando si vuole rendere un favore, quando abbiamo voglia di dire ad una persona quanto sia speciale per noi…

MARMELLATA DI FRAGOLE (1)

Marmellata di fragole alla menta

(ig bassissimo)

 

Tempi
15 minuti per prepararla + 15 di cottura

Ingredienti
500 gr fragole (peso da pulite)
150 gr fruttosio
1 cucchiaio da caffè di agar agar
Menta –qualche fogliolina

MARMELLATA DI FRAGOLE (4)

Preparazione
Lavate le fragole, togliete la foglia superiore e fatele a pezzetti.

Mettetele in un pentolino, aggiungete l’agar agar, il fruttosio e mescolate per bene. 

MARMELLATA DI FRAGOLE (2)
Accendete il fuoco e contate 15 minuti dalla bollitura. Al termine datele un colpo di mixer con il frullatore ad immersione, per renderla più omogenea.

Ricordate che allo spegnimento la marmellata fatta con l’agar agar sarà ancora morbida, per intenderci non farà la goccia come quella tradizionale, ma nel raffreddarsi l’agar la renderà gelatinosa.

Travasatela ancora bollente nei recipienti, appoggiate qualche foglia di menta, chiudeteli e metteteli a raffreddare a testa in giù su una superficie di legno.

Con questa dose me ne sono venuti fuori tre barattolini.

MARMELLATA DI FRAGOLE (3)

Marmellata di kumkuat

MARMELLATA DI KUMKUAT 2

Seconda marmellata del sito. La prima è stata quella di mele.  

Ieri mi hanno regalato una valanga di kumkuat. Che farne?

Erano giorni che rimuginavo su ricette salate per via del concorso dei Muffin, quindi, mi sono detta, ben venga una bella e vitaminica marmellata!  

MARMELLATA DI KUMKUAT

Marmellata di kumkuat

(a base di fruttosio)

 

Tempi

10 minuti per preparare la frutta + 15 di cottura

MARMELLATA DI KUMKUAT 1

Ingredienti

Dose per tre barattoli

650 gr di kumkuat
1 mela bio (50 gr circa)
140 gr fruttosio
1 cucchiaino abbondante di agar agar – 
Cannella – un po’

 

Cottura

15 minuti

 Preparazione

Lavate i kumkuat e tagliateli in quattro. Togliete i semi, che, vedrete saranno un mucchio! Lavate la mela, non sbucciatela, tagliatela solo a pezzett: la buccia contiene la pectina che aiuta la gelificazione.

Mescolate kumkuat e mela con il saccarosio e lasciate riposare qualche ora. Lo zucchero si fluidificherà e aiuterà la formazione della marmellata.

Quindi aggiungete la cannella e l’agar agar, mescolate molto molto bene. Rovesciate tutto in una pentola e  mettete sul fuoco.  Contate 15 minuti dalla bollitura.

Allo spegnimento la marmellata sarà ancora morbida, l’agar agar impiega più tempo a farla solidificare.  

Travasatela ancora bollente nei recipienti. Chiudeteli subito e metteteli a testa in giù su una superficie di legno per il sottovuoto.

Il rapporto fruttosio-kumkuat  è di 1/5 (1 parte di sostanza zuccherina contro 5 di frutta) rapporto che nelle marmellate tradizionali è di 1/2. Questo perchè l’agar agar serve ad addensare, e anche perchè io non amo i cibi troppo salati o troppo dolci.  

Comunque nulla vieta che voi aggiungiate altro fruttosio alla vostra marmellata…

MARMELLATA DI KUMKUAT 3