Waffle integrali – no uova

waffle (4)

I waffle, o gaufre, sono cialde molto popolari negli Stati Uniti e nel nord Europa, come sapore e composizione possono assomigliare ai pancakes, ma la forma a nido d’ape li rende particolari e anche comodi nel raccogliere le salse dolci che vengono servite assieme.

Ingredienti
Dose per 4 waffle
120 g farina integrale tipo 2
180 ml latte di soia
70 g zucchero integrale di cocco
40 g burro di mandorla
½ bustina di lievito bio per torte

waffle (1)

Preparazione

In una terrina mescolate gli ingredienti partendo da quelli secchi. Otterrete una pastella densa. Lasciate riposare 15 minuti.

Ungete la piastra per waffle con un pennello leggermente uno di olio, accendete alla massima temperatura e quando raggiunge il calore per la cottura versate una dose di impasto. Deve lambire il perimetro della sagoma del waffle.

Chiudete e lasciate cuocere 4 minuti il primo, 3 quelli successivi.

Aprite la piastra, staccate la cialda aiutandovi con un utensile antiaderente.
Ungete nuovamente le piastre e cuocete il secondo waffle, e così via fino ad utilizzare tutta la  pastella.

waffle (2)

Per regolarvi, le dosi indicate sono sufficienti per 4 waffle a forma di fiore. In commercio potete trovare anche quelle quadrate.

Servite, se possibile appena cotti, accompagnando da frutta, crema di cioccolato, marmellata o gelato.

Composta speziata di mele e nocciole

Composta di mele

La composta di mele e nocciole è leggermente dolcificata, finemente frullata e speziata con cannella, chiodi di garofano e cannella.  

Si può usare come marmellata o si può accompagnare un formaggio dal sapore neutro. Qui la ricetta in versione Bimby

Ingredienti

500 g di mele
100 ml acqua
50 g zucchero integrale di cocco
50 g nocciole tritate
Noce moscata
Chiodi di garofano
Cannella

Cottura

40 minuti

mele x composta

Preparazione

Sbucciate le mele, tagliatele a pezzi mettetele in una pentola con gli altri ingredienti.

Fate cuocere 10 minuti. Frullate col mixer a immersione, proseguite la cottura per altri 30 minuti.

Versate nei barattoli, chiudeteli e capovolgete su un piano di legno per formare il sottovuoto.

Torta in padella: clafoutis di lamponi a base di latte di capra

2015 06 16 Clafoutis in padella (5)

Il motto di questa ricetta è: ABBASSO IL FORNO!!!

Davvero, in giornate come queste il pensiero di accenderlo fa venire i brividi…caldi! 

Quindi al grido di “forno spento ok, ma non mangeremo mica insalate tutta l’estate?” ci è tornata in mente un ricetta letta tempo fa nel blog di Silvia Pasticci e abbiamo voluto rifarla.  

Alla Tre Civette, ovvio.

Con latte di capra, farina integrale e zucchero low ig. 

Al posto dei lamponi ci starebbe bene altra frutta  acidula come prugne, mirtilli, more...

Qui la videoricetta

2015 06 16 Clafoutis in padella (2)

Ingredienti

300 ml latte di capra
300 gr lamponi
100 gr farina integrale
100 gr zucchero integrale di cocco o altro zucchero low ig
3 uova intere
Limone bio – la buccia

2015 06 16 Clafoutis in padella (3)

Cottura

Padella
50 minuti

Preparazione

Frullate lo zucchero con la buccia del limone e la vaniglia

Unite la farina e, poco alla volta, il latte e le uova.

Lasciate riposare una mezz’oretta in frigo.

Prendete una padella (la mia è larga 28 cm) per la quale disponete di un coperchio a chiusura perfetta.

Rovesciate il composto nella padella, chiudete e mettetela sul fornello più piccolo a fuoco dolce per 50 minuti.

Lasciate raffreddare e servite.

Meglio ancora se dopo qualche ora di frigo

2015 06 16 Clafoutis in padella (4)

Cialde di cocco con marmellata e pesche

Cialde veg cocco e marmallata (6)

Cialde di cocco con pesche e marmellata
low IG, Veg, glutenfree,
no uova, no farine,no latticini, no lievito, no burro, ig < 35

Le premesse di questo post non sono le migliori:  no uova, no farine,no latticini, no lievito, no burro, ig < 35 …(sento già che state pensando: cavolo ma c’avranno messo qualcosa nel piatto o no?)

C’è una scuola di pensiero nel mondo dei blogger che trattano la cucina e i loro dintorni che odia le ricette con i NO nei sottotitoli, o con i SENZA. E qui ne abbiamo messo parecchi. Da qualche parte saremmo già state bannate.

Ma se non avete dei preconcetti in tal senso, amici delle Tre Civette, allora seguiteci e non ve ne pentirete.

Prendete questa ricetta come un atto di fede e fatela senza pensarci troppo su.  Poi ne possiamo riparlare, ma penso che a quel punto, quando l’avrete nel piatto e poi la porterete alla bocca, sarete completamente dalla nostra parte.

Scommettiamo?

Qui trovate la videoricetta.

Cialde veg cocco e marmallata (5)

Ingredienti:

Per 12 cialde da 8 cm di diametro = 4 dolci completi
130 gr cocco rapè
50 gr farina di ceci
20 ml olio EVO dal sapore non troppo forte
30 gr zucchero integrale di cocco o altro low ig
400 ml acqua
Amaretto – due cucchiai

Marmellata di arance amare low ig (Rigoni di Asiago per me)
1 pesca

Cialde veg cocco e marmallata

Cottura:

180 gradi
25 minuti

Cialde veg cocco e marmallata (2)

Preparazione:

Mescolate gli ingredienti fra loro (prima quelli secchi, poi l’olio, l’amaretto e l’acqua) e lasciate riposare una mezz’oretta.

Stendete le cialde sulla leccarda foderata di carta da forno aiutandovi con un coppa pasta.

Cuocere per 25 minuti a 180 gradi.
Lasciate raffreddare.

Tagliate le pesche.

Appoggiate ad una cialda delle fettine di pesche e un cucchiaino di marmellata.

Formate il dolce sovrapponendo un altra cialda guarnita come la prima e un’altra ancora a chiusura.

Cialde veg cocco e marmallata (4)

Crêpes vegane al latte di mandorla

crepes latte di mandorla (1)

Queste crêpes vegane sono assolutamente da provare!  

Sono a base di farina integrale, senza uova e senza lattosio. 

Potete abbinarle anche a farce salate, sostituendo un cucchiaino di sale allo zucchero della ricetta.

Tempi

5 minuti per prepararle + mezzora di riposo + 5 minuti di cottura

Ingredienti

Per quattro/cinque crêpes di 20 cm di diametro
Pastella
80 gr farina integrale di farro
1 cucchiaio di zucchero di cocco
180 ml di latte di mandorla
marmellata dolcificata con zucchero a basso indice glicemico – (pesca Rigoni di Asiago per me)

 crepes latte di mandorla (3)

Preparazione

Preparate la pastella e mettetela nel frigo una mezz’oretta.

Scaldate una padellina oliandola un poco.  Fate cuocere un paio di cucchiaiate di impasto per volta  ruotando la padella per livellare la crêpe.

Dopo alcuni istanti giratela dall’altro lato, aiutandovi con una spatola antiaderente, versate in mezzo alla crêpe un cucchiaio di marmellata.


Terminate la cottura, chiudetela a libro, appoggiatela sul piatto e passate a cuocerne un’altra.

 crepes latte di mandorla (2)

#fattiunatorta

image027

Lo zampognaro
Se comandasse lo zampognaro
Che scende per il viale,
sai che cosa direbbe
il giorno di Natale?
Voglio che in ogni casa
spunti dal pavimento
un albero fiorito
di stelle d’oro e d’argento”.

Se comandasse il passero
Che sulla neve zampetta,
sai che cosa direbbe
con la voce che cinguetta?
Voglio che i bimbi trovino,
quando il lume sarà acceso
tutti i doni sognati
più uno, per buon peso”.

Se comandasse il pastore
Del presepe di cartone
Sai che legge farebbe
Firmandola col lungo bastone?
Voglio che oggi non pianga
nel mondo un solo bambino,
che abbiano lo stesso sorriso
il bianco, il moro, il giallino”.

Sapete che cosa vi dico
Io che non comando niente?
Tutte queste belle cose
Accadranno facilmente;
se ci diamo la mano
i miracoli si faranno
e il giorno di Natale
durerà tutto l’anno.

Gianni Rodari

image028

#fattiunatorta

(idea regalo a basso ig che prevede amici  volenterosi)

Ingredienti x 1 barattolo di #fattiunatorta

Confezione

1 barattolo di vetro
1 quadratino di stoffa da 12 cm di lato
1 nastrino di preferenza quadrettato lungo cm 30
1 elastico
1 gadget da attaccare al nastrino
1 etichetta autoadesiva
1 foglietto con le istruzioni per l’uso

 

Contenuto

120 gr farina integrale di farro o grano
50 gr cocco disidratato
60 gr zucchero di cocco 
2 cucchiai di lievito per dolci– meglio se bio
1 bustina di vanillina
Noci – una manciata

Preparazione

Riempite il barattolo con gli ingredienti indicati, facendo attenzione a non mischiarli, così che si vedano i diversi colori delle farine e dello zucchero attraverso il vetro. Per ultime mettete le noci.

Chiudete, appoggiate la stoffa sul coperchio, fissatela con l’elastico e finite con il nastrino e il gadget. Compilato l’etichetta autoadesiva e applicatela sul barattolo.

Scrivete sul foglietto che allegherete gli ingredienti e le istruzioni che occorrono a completare la torta e cioè:

  • 2 uova
  • 250 gr yogurt bianco di soia o di capra
  • 4 cucchiai di olio EVO dal sapore non troppo forte
  • cuocere per 30 minuti a 170 gradi