Acqua frizzante alle fragole – #bimbincucina

Continuano le proposte della rubrica #bimbincucin (abassoindiceglicemico), cioè idee per coinvolgere i bambini nella preparazione di una cena, di una merenda… 

Oggi vi propongo un’acqua frizzante alla frutta, un modo per mettere in tavola una bevanda particolare e poter far dir loro “Questo l’ho fatta io!”

Qui invece trovate la favolosa ranhamburger ai piselli che ha riscosso molto successo….

Qui tutte le ricette della rubrica #bimbincucina.

 

Ingredienti per 3 litri di acqua frizzante
Sciroppo:
500 g fragole
2 cucchiai di zucchero di cocco o zucchero di canna integrale
Limone bio – la buccia

1 l acqua frizzante
oppure
1 l acqua liscia + 1 bustina di Idrolitina

Preparazione

  • Fate lavare ai bambini le fragole e – sotto la vostra supervisione –  fategliele tagliare e pezzetti.
  • Prendete un pentolino, fategli versare le fragole e lo zucchero.
  • Cuocete qualche minuto.
  • Spegnete e frullate col mixer a immersione. Lasciate raffreddare.
  • In una bottiglia da litro fate versare dai piccoli un terzo dello sciroppo e l’acqua frizzante, oppure l’acqua liscia e una bustina di Idrolitina.
  • Mettete nel frigo un paio d’ore.

Torta noci e pesca sciroppata

Ingredienti
200 g farina integrale di tipo 2
100 g gherigli di noci
2 uova
80 g zucchero integrale di cocco
½ bustina di zucchero integrale
200 ml latte di soia
50 ml olio EVO

Pesche sciroppate al naturale

Cottura
170 gradi
20/25 minuti

Preparazione
In una terrina impastate tutti gli ingredienti, cominciando da quelli secchi. #immargarinate una o più teglie e foderatele con carta forno. Appoggiate le pesche sciroppate sul fondo e versateci sopra l’impasto.

Io ho usato delle piccole teglie da 18 centimetri, con queste dosi me ne sono venute quattro.
Infornate a 170 gradi per 20/25 minuti per teglie da 18 centimetri, qualche minuto in più se optate per una più capiente.

Comunque prima di estrarle fate la solita prova dello stecchino perché la pesca sciroppate intera potrebbe rallentare la cottura.

Torta meline e miele

Ingredienti per una teglia 18 cm x 20 cm
100 g farina integrale di tipo 2
20 g fiocchi d’avena
60 ml miele castagno Mielebio Rigoni
20 ml olio EVO dal gusto non troppo forte
100 ml succo di mela o d’arancia
1 uovo
Uvetta – 2 cucchiai
½ bustina di lievito per dolci bio
2 mele piccole bio

Cottura
25 minuti
170 gradi

Preparazione
Mescolare tutti gli ingredienti, dapprima quelli secchi poi quelli liquidi.
Lavare le meline, versare l’impasto nella teglia e appoggiarcele dentro, in modo che vengano immerse quasi tutte e spunti solo la parte superiore e il picciolo.
Lasciate cuocere per 25 minuti a 170 gradi, fate raffreddare prima di tagliare.

Dorayaki integrali

La ricetta di oggi si ispira a un film: Le ricette della signora Toku.  Nella pellicola, il protagonista, Sentaro, gestisce una piccola panetteria in cui serve dorayaki. Una vecchia signora, Toku, si offre di dare un aiuto in cucina, e dimostra di avere una magia nelle mani quando si tratta di preparare dei deliziosi manicaretti. Grazie alla sua ricetta segreta, il piccolo negozio rifiorisce presto.

Ingredienti
2 uova
3 cucchiai di zucchero di canna
100 g farina integrale di tipo 2
1 cucchiaino di miele d’acacia
½ cucchiaino di lievito per dolci meglio se bio
2 cucchiai di acqua
Marmellata – preferibilmente quella di fagioli rossi azuki – io ho usato Rigoni di Asiago 

Preparazione
Sbattete con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, e poi, poco alla volta, la farina, il lievito, il miele e l’acqua. Risulterà una pastella soda, come quella di una torta sbattuta. Fatela riposare nel frigo per una mezzora.
Scaldate una padella antiaderente leggermente unta. Versate alcune cucchiaiate di pastella, le une distante dalle altre. Si allargheranno da sole e non appena si formeranno delle bollicine in superficie saranno pronte per essere girate, delicatamente. Terminate la cottura anche dall’altro lato, quindi spostatele in un piatto. Una volta raffreddate servitele con marmellata. La tradizione vorrebbe quella di fagioli, ma io ho optato per una di Rigoni di Asiago.

Tortine grano saraceno e ananas

Ingredienti
Dose per 8 tortine da 10,5 cm di diametro
120 g farina di grano saraceno
800 g farina integrale di tipo 2
100 ml olio EVO
100 g zucchero integrale di cocco o altro low IG
125 yogurt di soia
100 ml latte di soia
50 g gocce di cioccolato fondente
1 bustina di lievito bio per dolci

Per finire
8 fette di ananas del tipo conservato nel suo liquido
8 noci

Cottura
30 minuti
170 gradi

 

Preparazione
Mescolate gli ingredienti secchi in modo che il lievito si amalgami per bene, aggiungete quelli liquidi. #immargarinate otto stampini tondi da 10,5 cm, tagliate delle sagome nella carta forno e fatele aderire. Appoggiate sul fondo di ognuna una fetta di ananas e posizionate al centro una noce.
Dividete l’impasto negli stampini.
Infornate per 30 minuti a 170 gradi.
Estraete dal forno, capovolgete le tortine e staccate la carta forno.

Pere e cipolle caramellate

Ingredienti
2 cipolle
1 pera
1 cucchiaio di pinoli
½ bicchiere di aceto balsamico
2 cucchiai di zucchero integrale di cocco o di canna
Sale
Olio EVO

Preparazione
Sbucciate le cipolle e tagliatele a metà. Sbucciate e riducete a pezzetti la pera, avendo cura di tenere attaccato il picciolo.
Fate cuocere a vapore le cipolle e la pera con acqua salata per 20 minuti.
Quindi passateli in padella con sale, olio, zucchero e pinoli. Rosolate per cinque minuti, versate l’aceto, fate sfumare e terminate la cottura per altri cinque minuti.

Servite caldo o tiepido.