Pane al sesamo:il Simit turco

Pane al sesamo, o meglio gli anelli di pane al sesamo che in turco si chiamano Simit. È una ricetta tipica tratta dal blog del simpatico norvegese Vidar Bergum appassionato di cucina turca

Gli anelli di pane in crosta di sesamo sono l’alimento base per la colazione e lo street food a Istanbul e in gran parte della Turchia. Perfetto accanto a formaggio, pomodori, olive e uova strapazzate!

Subito dopo la mezzanotte i panettieri iniziano a lavorare per rifornire dalle botteghe gli abitanti sin dall’alba. Poi, quando il quartiere assonnato inizia a prendere vita scendono in strada i venditori ambulanti.

Deve essere consumato fresco. Si dice che il momento perfetto per mangiare il simit, sia 10 minuti dopo che è uscito dal forno.

 

Continue reading “Pane al sesamo:il Simit turco”

#aperipane ajo ojo peperoncino

Aperipane ajo ojo mozza Vallelata (8)

Eccoci di nuovo qui con un altro #aperipane, perché – detto fra noi –  i due precedenti hanno incontrato davvero molto molto successo. Come avrete capito la base per un buon #aperipane è una pagnotta integrale e la mozzarella di bufala.

Per il pane buttatevi su qualcosa di particolare tipo quello di farro, o ai 5 cereali o ancora quello alla farina di semi d’uva. Per la mozzarella se ne trovano diverse in commercio io oggi, ad esempio, ho adoperato la mozzarella di bufala Vallelata con ottimi risultati.

Ma  il vero problema con l’#aperipane è arrivare a mangiarlo perché come lo mettete in tavola sparisce, soprattutto se avete a che fare con tre civette dispettose…

Aperipane ajo ojo mozza Vallelata (5)

Ingredienti x 4/5 persone:

1  pagnotta integrale 300 g circa, leggermente rafferma
300 g mozzarella di bufala – Vallelata per me
1 testa d’aglio
cucchiaio di peperoncino essiccato
50 ml olio Evo
200 ml acqua

Cottura

30 minuti (15+15)
180 gradi

Aperipane ajo ojo mozza Vallelata (6)

Preparazione

Tagliate la pagnotta dall’alto in basso in fette di 2 cm di spessore – senza far arrivare la lama del coltello fino in fondo. Fate la stessa operazione nell’altro senso, in modo da formare dei quadrati.

Riducete a fettine e poi a pezzetti la mozzarella, sgranate la testa d’aglio scegliendo una decina di spicchi non troppo grossi. Infilate nelle fessure del pane le fettine di mozzarella e gli spicchi d’aglio.

Fate una bagna di olio e acqua quindi versatela sopra il pane aiutandovi con un cucchiaio a farla penetrare nelle fessure. In ultimo cospargete la superficie dell’#aperipane con il peperoncino. Appoggiate il pane così farcito sopra un foglio di carta di alluminio, dentro una teglia. 

Chiudete, come per fare una cottura al cartoccio, ma senza schiacciare molto, e infilate nel forno per 15 minuti a 180 gradi. Aprite il cartoccio e fate cuocere ancora 15 minuti. 

Lasciate riposare qualche minuto e servite in tavola su un piatto.

Si mangia piluccando i pezzetti di pane tagliati o anche con coltello e forchetta…

Aperipane ajo ojo mozza Vallelata (9)

Qui altre ricette di #aperipane

#aperipane  peperone e pomodoro

#aperipane mozza e semi di zucca

#aperipane – mozza e semi di zucca

aperipane mozza zucchini

Ingredienti x 2 persone:

1  pagnotta integrale 100 g circa, leggermente rafferma
100 g mozzarella di bufala
1 zucchina chiara
1 cucchiaio di semi di zucca
1 cucchiaio di semi di lino
20 ml olio EVO
100 ml acqua

aperipane mozza zucchini (1)

Cottura

30 minuti (15+15)
180 gradi

aperipane mozza zucc

Preparazione

Tagliate la pagnotta dall’alto in basso in fette di 2 cm di spessore – senza far arrivare la lama del coltello fino in fondo. Fate la stessa operazione nell’altro senso, in modo da formare dei quadrati.

aperipane mozza zucchini (2)

Riducete a fettine e poi a pezzetti la mozzarella, tagliate a fettine la zucchina con lo spelucchino.

Infilate nelle fessure del pane le fettine di mozzarella e di zucchine.

Appoggiate il pane così farcito sopra un foglio di carta di alluminio, dentro una teglia. Fate una bagna di olio, acqua e aggiungete i semi di zucca e di lino, quindi versatela sopra il pane aiutandovi con un cucchiaio, per farla penetrare nelle fessure.

aperipane mozza zucchini (3)

Chiudete,  come per fare una cottura al cartoccio, e infilate nel forno per 15 minuti a 180 gradi.

Aprite il cartoccio e fate cuocere ancora 15 minuti. 

Lasciate riposare qualche minuto e servite in tavola su un piatto.

Si mangia piluccandone i pezzetti di pane tagliati o anche con coltello e forchetta…

Qui la ricetta per un altro #aperipane.

Pane integrale a lenta lievitazione

pane integrale a lunga lievitazione (6)

 

Io e le Tre Civette dobbiamo ringraziare  Maria Pia Sisia del blog Il focolare di Maria Pia che ci ha dato l’idea di provare questa pasta a lunga lievitazione, digeribile e soffice.

In che senso “lunga lievitazione”?

Nel senso che la impastate come di norma adoperando però solo la metà della solita dose di lievito di birra, e poi la ungete e la piazzate in un recipiente chiuso nel frigo. Io l’ho sigillata con carta forno e pellicola trasparente.

24 ore più tardi la togliete dal frigo, e la utilizzate per l’uso originario. 

Maria Pia Sisia aveva preparato una fantastica sardenaira (la pizza di Sanremo)  noi invece abbiamo voluto provarla in un pane integrale con aggiunta di semi vari.  

Ma la vogliamo rifare anche in versione dolce, magari una brioche? Ci stiamo pensando su….voi cosa ci proporreste?

Tempi

24 ore di lievitazione + 25 minuti di cottura

Ingredienti

660 gr farina integrale di farro – io ne ho adoperato un tipo macinato a pietra
440 ml acqua
100  gr semi misti – girasole, sesamo, papavero
20 gr sale fino
40 ml olio EVO
Mezzo cubetto di  lievito di birra
Miele di acacia – la punta di un cucchiaino (Mielbo  Rigoni di Asiago per me)  
oppure mezzo cucchiaino di zucchero integrale di cocco  – per una versione vegana

pane integrale a lunga lievitazione (1)

Cottura

250 gradi
25 minuti

pane integrale a lunga lievitazione

Preparazione

Fate attivare il lievito nell’acqua tiepida con il miele.

Dopo alcuni minuti quando sarete certi che il lievito è attivo aggiungete agli altri ingredienti  e impastate fino a formare un impasto compatto. Ungetelo e ponetelo nel frigo sigillandolo con uno strato di carta forno e uno di pellicola.

24 ore più tardi tiratelo fuori, dategli la forma di lunghi pani e incideteli in superficie. Lasciateli lievitare un’oretta e mezza, poi infilateli nel forno per 25 minuti. 

Mettete una ciotolina piena d’acqua nel forno prima di accenderlo.

Focaccia di farro integrale macinato a pietra e patè di olive

Focaccia di farina di farro integrale e patè di olive (1)

Antipasti, ancora antipasti da servire nei vostri giorni di festa.

olive

Ecco una focaccia fantastica che sa di olive, adatta al momento.

Non so se dalle vostre parti ci siano degli oliveti.

Dove stiamo io e le Tre Civette questo è il momento della raccolta e  nelle campagne qui intorno  c’è un gran fermento.

Focaccia di farina di farro integrale e patè di olive (3)

Focaccia di farro integrale macinato a pietra e patè di olive

Tempi
10 minuti
+ 2 ore di lievitazione 

Ingredienti

450 gr farina di farro integrale – la mia è macinata a pietra
220 gr patè di olive
140 ml acqua tiepida
Lievito di birra – un cubetto
Miele – un cucchiaino
No sale

 

Cottura

220 gradi
20 minuti

Preparazione

Attivate il lievito sciogliendo il cubetto nell’acqua tiepida e miele. Quando avrà formato una bella schiuma aggiungetelo alla farina e al patè di olive. Non mettete sale. Impastate e formate una palla che farete riposare in un posto lontano da correnti d’aria.

images (1)Il forno spento va benissimo.

Dopo un paio d’ore tirate l’impasto su una teglia ricoperta di carta da forno e infilatelo nel forno a 220 gradi  per 20 minuti.

Non vi posso descrivere l’odore magnifico che si sprigionerà per casa…

La resa di questa focaccia dipende dal tipo di farina.

Alcune integrali al 100% – come quella fantastica che ho adoperato io – ,lievitano meno di altre meno grezze.  Se la preferite più alta mescolate metà farina bianca a metà farina integrale.

(In questo caso però, non avrete più una focaccia low ig)

Focaccia di farina di farro integrale e patè di olive (2)!)

Bagel di Kamut integrale

bagel (2)

Oggi parliamo di Bagel!  

Il bagel è un pane a forma di anello assai popolare in Nord America del Nord (sopratutto Montreal, New York e Toronto, ognuna di esse ha un modo particolare di preparare il bagel), tuttavia le sue origini sembrano essere Europee.

Si utilizza in tutti i paesi dove esista una comunità ebraica aschenazita.  Sono stati portati negli USA dagli immigrati polacchi.

Il bagel è denso interiormente e rosolato all’esterno perché sottoposto ad un particolare metodo di cottura. Prima va bollito e poi cotto al forno. Può essere al naturale o aromatizzato con semi di papavero, di cumino o di sesamo.

Alcuni vengono cosparsi di sale.

A me e alle Tre Civette piacciono molto i bagel perché sono morbidissimi.  

Li tagliamo e li cospargiamo di formaggio fresco di capra e li imbottiamo di insalatina.

 

bagel

Bagel di Kamut integrale

 

Tempi

10 minuti per l’impasto + un’ora di riposo + 1 minuto per bollirli + 12 di forno

 

Ingredienti

250 gr farina integrale di kamut
160 ml di acqua
3 gr sale
1 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di miele d’acacia
 

Cottura

Pentola
1 minuto

 

Forno
200 gradi
12 minuti

 bagel (4)

Preparazione

Cominciate col fare attivare il lievito di birra. Sciogliete un cucchiaino di miele nell’acqua intiepidita (mi raccomando usate acqua “buona” filtrata o di provenienza certa: ne gioverà la vostra salute e la lievitazione…) e tuffateci il lievito. Quando sulla superficie si formerà una schiuma – stile birra – sarà pronto per essere aggiunto alla farina. Se non si formasse nulla, buttate tutto e prendete altro lievito.

Fate una fontana con la farina di kamut, il sale e l’olio. Versate all’interno il lievito attivato e cominciate a impastare. Formate una palla mettete a riposare in un luogo lontano dalle correnti d’aria.

Prendete delle piccole parti di impasto di circa 50 grammi, formate dei rotoli ai quali darete la classica forma dei bagel.

Riempite d’acqua una pentola larga e bassa. Portatela a bollore. Tuffateci i bagel e lasciateli cuocere per un minuto.

Scolateli. Cospargeteli di semi di sesamo o di papavero.

Infilateli per 12/15 minuti nel forno a 200 gradi.

bagel (1)