Copertina

Bene, il fondente al cioccolato è la terza ricetta del blog, in ordine di apparizione.   Il nome della ricetta non è delle più originali, lo ammetto  però penso che avere un bel dolce al cioccolato che vi aspetta quando dovreste tenere a bada cosa/come/quando/perché/con quale modalità ecc ecc …. mangiate è una gran cosa, non trovate?  Perché lui se ne sta lì, nel suo scomparto del frigo, morbidoso, con un intenso gusto al cioccolato e se ve lo mangiate non succedono tragedie. ..
Che altro dire di questo dolce? Si commenta da solo.
Inoltre è facile facile da preparare, non contiene né farine, né latte, né burro…insomma ve lo vado subito a presentare.

 

 

FONDENTE AL CIOCCOLATO

 collage fondente

Tempi

Brevi

Ingredienti

200 gr cioccolato fondente (con più del 70% di cacao)
150 gr composta di mele   *[oppure 200 gr ]
60 gr sciroppo di agave
3 uova  intere  *[oppure 4 albumi]
30 gr cocco disidratato

Cottura

180 gradi
30 minuti

Fondente al cioccolato

Preparazione

Fate fondere il cioccolato a bagnomaria, e lasciatelo raffreddare un poco. Aggiungete la composta di mele, l’agave, il cocco e le uova intere.

Versate l’impasto in una pirofila preferibilmente quadrata o rettangolare, così, una volta cotto, vi sarà più facile tagliare il dolce a quadratini. La mia è quadrata, e misura 16 x 16 cm.

Mettete in forno a 180 gradi per 30 minuti.

Fatto!

 

Veloce, no? A me sembra uno dei dolci più rapidi del mondo…

Un avvertimento: non vi preoccupate se risulterà molletto quando lo leverete dal forno. Va lasciato raffreddare e poi infilato nel frigo per due ore. Per quel tempo sarà solido e lo potrete tagliare a quadratini, per accompagnare un caffè, o a fette più grosse se ne vorrete fare un dessert in piena regola. E allora si potrebbe fare una crema inglese da versagli sopra, qualche altra volta vi metterò la ricetta per farla a basso IG.

In questo dolce ho usato lo sciroppo d’agave che ha una consistenza e un colore che ricorda il miele millefiori. Ha un indice glicemico molto basso (sotto il 35), si scioglie anche nelle bibite fredde e dolcifica più dello zucchero bianco (circa il 25%). 

* Variazione del 27 febbraio 2014:

Versione senza tuorli di Giovanna Fedele, che ringrazio moltissimo, è quella che prevede l’uso di 4 albumi al posto di 3 uova intere,  e 200 gr di composta di mele al posto di 150 grammi.


Fondente di cioccolato

 

COMPOSTA DI MELE

Vi devo una spiegazione per la composta di mele.

Se avete fretta potete prendere una di quelle polpe che si trovano in piccole vaschette nel reparto ortofrutta. Solo mele, senza conservanti. Vanno benissimo.

Se invece vi va di provare a fare anche quella, vi consiglio di scegliere il tipo di mela che preferite.  Le renette vanno per la maggiore nella pasticceria  perché sono poco acquose, un po’ acidule ecc ecc, ma io preferisco qualità più dolci tipo le annurche o le golden.

Ad ogni modo, scelto il tipo di mela che fa per voi, prendetene quattro, toglietele la buccia (ma anche no se si tratta di frutto biologico) dividetele in spicchi grossi e metteteli a cuocere a vapore. Io uso il cestello apposito che posiziono in una pentola nella quale ho versato poca acqua, (come ho già spiegato per la cottura dei broccoli). Una volta che saranno cotte fatele raffreddare e frullatele con qualche goccia di limone. A questo scopo è ottimo il mixer ad immersione. Questa operazione andrebbe fatta quando le mele sono ancora calde… quindi attenti agli schizzi.

Ora avrete la vostra composta di mele.

Cosa potete farne, a parte il fondente? Spalmarla su una fetta di pane, aggiungerla allo yogurt, magari di soia…

Fondente cioccolato 

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “Fondente al cioccolato

  1. Pingback: Fondente al Cioccolato | Il Portale Dei Bambini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

*