La Food blogger turca Auntie Saniye fenomenale youtuber, con una cucina di tradizione ed una personalità controcorrente è diventata un personaggio famoso e televisivo che molti amano e seguono.

In un’epoca popolata da influencer di ogni sorta, sempre alla ricerca del selfie impeccabile, dell’outfit di tendenza e dell’hashtag migliore per spopolare sul web, in un’epoca di blog ammiccanti, costruiti intorno a grafiche colorate e patinate, il “fenomeno Auntie Saniye” sembra provenire da una dimensione parallela dove il mondo s’è fermato al secolo scorso.

E forse, chissà, è proprio questo il segreto del suo successo!

Per i nostalgici della buona cucina di una volta, casalinga, semplice, fatta di espedienti e segreti tramandati di generazione in generazione, per chi ha ancora nel cuore il ricordo di certi dolci fatti a mano dalle nonne, le ricette di questa simpatica zietta turca non passeranno di certo inosservate.

Adorata in Turchia, tanto da essere spesso invitata in TV per suggerire le sue classiche pietanze e raccontare i suoi oltre cinquant’anni di esperienza tra i fornelli,  rappresenta un po’ la vicina di casa che tutti sogniamo.

Ricca di saggi consigli e capace di deliziarci con la bontà di una cucina che scalda il cuore proprio come il suo sorriso.

Innanzitutto una premessa: nonostante Auntie Saniye sia molto attiva su internet con un sito dedicato alle sue ricette, un profilo Instagram e uno twitter, se volete davvero appassionarvi all’arte della sua cucina popolare, consiglio caldamente di far riferimento alla sua pagina Facebook “Auntie Saniye’s Recipes” dove, a cadenza quasi settimanale, vengono postati i link delle videoricette (sottotitolate in inglese) caricate sull’omonimo canale YouTube. Ne ha altri due, uno in turco e uno in arabo, ma non tutti i video sono sottotitolati.

Certo, occorre avere un minimo di dimestichezza con l’inglese (o col turco…) ma vi garantisco che basterà seguire i vari passaggi eseguiti dalle sapienti mani di Auntie Saniye per accedere al magico mondo speziato della cucina turca senza alcun problema.

Una cucina, del resto, non così distante da quella italiana, specie se si prende come termine di paragone quella del nostro meridione.
Melanzane, zucchine, peperoni, legumi, pollo, riso, sono ingredienti molto ricorrenti nella gastronomia turca, così come l’uso di aglio, cipolla, peperoncino e olio d’oliva.

Le differenze semmai stanno nell’impiego più frequente di certe spezie e di certi aromi (cumino e aneto, per esempio) o nell’aggiunta di un ingrediente che su una pietanza tradizionale turca non deve quasi mai mancare: lo yogurt.

Dici yogurt e pensi alla Grecia, certo.

Eppure non tutti sanno che il termine deriva proprio dal turco ‘yoğurmak’, ossia ‘mescolare’.
A tal proposito, vi invito a provare la deliziosa “Tutmac”, una zuppa di yogurt a base di ceci e lenticchie che Auntie Saniye ci spiega in meno di cinque minuti e il cui risultato è davvero strepitoso.

Così come i gustosissimi “Pisi”, panini fritti con semi di sesamo, resi morbidi proprio grazie allo yogurt aggiunto nel classico impasto di farina, uova, lievito e sale.

Piatti tutti rispettosi della tradizione turca e mai ripetitivi, Ho contato circa 300 videoricette!

Nel canale Foodvlogger di Auntie trovano spazio primi, secondi, dolci di ogni tipo (date un’occhiata agli incredibili biscotti “Izmir” ripieni di crema di cioccolato e ditemi se non vi vien voglia di mettervi subito a impastare) e tutti i procedimenti utili per preparare marinature e conserve di melanzane, di peperoncini verdi o di tipo jalapeño, e persino una salamoia di foglie di vite (imprescindibili per la preparazione dei “dolma”, involtini di carne macinata).

 

 

Video

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

*