Raffaella Fenoglio, sono io!

Foodblogger e scrittrice ligure con radici piemontesi

Ciao, sono Raffaella Fenoglio, foodblogger e scrittrice ligure con radici piemontesi.

Ho aperto il blog Tre Civette sul Comò nel 2014.

Tre Civette sul Comò è il primo blog italiano dedicato esclusivamente alla cucina a basso indice glicemico.

Nasce con l’intento di condividere ricette sane con chi ha problemi alimentari derivanti dall’innalzamento della glicemia. All’interno trovi consigli culinari per preparare cibi sani, vegetariani e naturalmente a basso indice glicemico.

La mia missione è aiutare le persone che hanno problemi di diabete, o derivanti da disturbi alimentari e metabolici, a mangiare bene rimanendo in salute.

Nel 2014 il blog è entrato a far parte dell’AIFB (Associazione Italiana Foodblogger) e nel 2015 ha ottenuto l’ approvazione dal dNa Milano, Centro interdisciplinare Nutrizione e Psicologia.

Dal blog alla scrittura di libri e oltre

Dal blog è nato il volume “Abbasso l’indice glicemico” 50+4 ricette per contenere l’IG mangiando bene (Terranuova Edizioni) e “Indice GliceAmico” (Gribaudo).

Coltivo la passione per i romanzi per ragazzi e per l’infanzia, ho pubblicato “Gala Cox e i misteri del viaggio nel tempo” (Fanucci) e “Storia degli strani animali della fattoria dei Monaci Templari e del coraggio della piccola Nicole” (e di Claude) (Edizioni Zem).

Ho fondato “Upside Down Magazine” assieme a Silvia Casini. Ho collaborato alla parte culinaria del romanzo “Il gusto speziato dell’amore” di Silvia Casini (Leggereditore) e alla collana “L’astro narrante” della stessa autrice (Fanucci).

A luglio 2020 con Silvia Casini e Francesco Pasqua ho pubblicato il volume “Un tè con Mr Darcy” (Ultra Edizioni).

A dicembre 2020 con Silvia Casini ho pubblicato “Christmas Lovedi biscotti, amore e fortuna” (Watson Edizioni)

A giugno 2021 con Silvia Casini e Francesco Pasqua ho pubblicato il volume “Il Taccuino delle parole perdute” (Perrone Editore)

Nel 2007 ho fondato l’associazione P.E.N.E.L.O.P.E. odv che si occupa di contrasto alla violenza di genere.

Nel 2015 ho vinto il contest internazionale per foodblogger indetto da Re.Co.Med. “A Menu for a Mediterranean diet”.

Da maggio 2016 scrivo per IL SECOLO XIX nel blog Cannibali VegetarianiRicette di varia umanità.

foto

I mie libri dalla cucina ai racconti

Per chi come me ama leggere e cucinare, ascoltare e raccontare storie che finisco sempre a tavola!

foto

La cucina è anche sfida con sé stessi

Partecipo a gare gastronomiche, soprattutto per divertirmi, ma anche per superare me stessa, impegnarmi ad alzare l’asticella della mia cucina.

Raffaella Fenoglio…qualcosa di me, a random

  1. Bevo caffè a gogò, letteralmente fiumi di caffè; consumo anche tè, ma assolutissimamente non zuccherato e non tè verde; odio la pasta al sugo; amo la pizza – senza sugo, anche quella;
  2. Preferisco il porro alla cipolla, non uso teglie in silicone, odio pulire i carciofi, mangio preferibilmente pasta corta ma molto al dente;
  3. Al mattino mi  piace alzarmi presto e gironzolare quando ancora i negozi sono chiusi;
  4. I miei animali domestici sono un cane collie, due pesci rossi, vari geki che affollano il giardino (abito in  campagna…), non ho un buon rapporto con i gatti probabilmente perché sono allergica;
  5. Amo leggere i Peanuts; Saki; Allende; Sciascia; Simenon e molti altri; rileggo innumerevoli volte i libri che mi sono piaciuti come Il buio oltre la siepe, Destinatario sconosciuto,  Il Giardino dei Finzi Contini, La cruna dell’ago, Il Gattopardo, Jane Eyre, I ragazzi della via Pal…
  6. Amo l’odore dei mercati ortofrutticoli e delle panetterie; amo i saldi; le biblioteche;
  7. Amo la pioggia (contenuta); l’autunno; la montagna; cucinare (ma va!?!), leggere, scrivere, fare la maglia;
  8. Amo il cinema. I miei film preferiti sono Pane e tulipani, Angeli con la pistola, La finestra sul cortile, Prima pagina, A qualcuno piace caldo, Matrix, Inception, Donne sull’orlo di una crisi di nervi, Fiori d’acciaio, La stangata, ET, Il concerto, Strani omicidi a Manhattan, Billy Elliot, This must be the place;
  9. Potrei perdermi nel reparto casalinghi dell’IKEA, e non farmi ritrovare;
  10. Potrei far fuori qualcuno per una batteria professionale di pentole di rame;
  11. Una volta ho rubato un salino similargento in un ristorante di Mentone, però si è arrugginito subito…colpa del karma?

Chiedi un sito come questo!