Barrette di muesli, polpa di mela e buccia di arancia

Barrette di granola (2)

Era davvero troppo che sul blog non proponevamo delle barrette energetiche.

Così questa mattina ci siamo messe d’impegno e abbiamo prodotto delle favolose barrette a base di muesli (di quello fatto in casa, ovviamente).

A chi volesse assaggiare le altre barrette delle Tre Civette consiglio di fare un giretto qui.

Barrette di granola (3)

Ingredienti
Per 8 barrette da 3 cm x 6 cm
100 gr muesli (home made o acquistato)
1 mela – la polpa
1 arancia bio – la buccia

Cottura
25 minuti a 160 gradi

Barrette di granola

Preparazione

Sbucciate la mela, fatela a pezzetti e frullatela.

Prendete l’arancia e con l’attrezzo apposito ricavate della buccia.

Mescolate il muesli con la polpa della mela e la buccia dell’arancia.

Foderate una teglia con carta forno e versateci l’impasto avendo cura di fargli prendere una forma regolare, così vi sarà più facile tagliarla a pezzetti.

Mettete la teglia nel forno a 160 gradi per 25 minuti.

Estraete e fate raffreddare, quindi tagliate le barrette e incartatele  con carta forno una per una.

Barrette di granola (1)

Barretta energetica wake up (senza cottura )

BARRETTA WAKE UP

La barretta di oggi è un sostituto della colazione.  

E’ l’ideale per chi si alza e non ha voglia di affrontare tazzoni fumanti riempiti fino all’orlo, cumuli di fette biscottate, e marmellate, succhi, brioche…o, tanto meno, uova e prosciutto!

Con la barretta wake up, seguita da un bel bicchierone di acqua, mettete in moto l’organismo: le prugne e le noci attivano l’intestino, il caffè stimola il cervello…ed è una scorta di zuccheri buoni.

Non necessita di cottura, ma solo di una nottata al fresco.

 

BARRETTA WAKE UP (3)

Barretta energetica wake up alle prugne e caffè

(no cottura, no lattosio, no glutine,)

 

Tempi

5 minuti per prepararla + una notte di riposo

 BARRETTA WAKE UP (2)

Ingredienti
Per cinque barrettine
200 gr prugne snocciolate
100 gr gherigli di noci
1 cucchiaio di caffè solubile

 

 Preparazione

Infilate gli ingredienti nel mixer, fate frullate alcuni istanti. Le prugne  si cementificheranno con il resto degli ingredienti. Foderate dei piccoli stampi di carta da forno e riempiteli con delle cucchiaiate di impasto.

Schiacciate bene.

Fate riposare in frigo una notte in modo che il caffè solubile venga assorbito dalla componente umida delle prugne. Foderate le barrette una per una con carta forno.

 BARRETTA WAKE UP (1)

 

 

 

Barretta energetica Omega 3

Barretta Omega3

 

Dopo la barretta energetica #tuttafrutta, e la barretta energetica mediterranea, vi propongo questa che è un tripudio di cose “che fanno bene”…

Barretta Omega3 2 

Barretta energetica Omega 3

( e omega 6, acidi grassi, acido oleico, vitamina B3, vitamina E, magnesio, acido folico, arginina e fibre alimentari…)

 

Barretta Omega3 3

Tempi

10 minuti + la cottura

Ingredienti

Per 20 barrette
40 gr farina integrale di canapa sativa
100 gr crusca di avena
50 gr fiocchi di avena
30 gr arachidi
30 gr semi di zucca
30 gr semi di lino
30 gr semi di sesamo
30 gr semi di papavero
250 gr yogurt di soia
100 gr composta di mele
Arancia bio – la scorza a pezzetti
Limone bio – la scorza a pezzetti
3 cucchiai di burro di semi di girasole

 

Cottura

20 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Mescolate prima gli elementi “asciutti” girando bene per distribuirli nella terrina in modo uniforme, poi aggiungete lo yogurt di soia, la composta di mele e per ultimo il burro di semi di girasole.

#sandwicciate l’impasto fra due fogli di carta da forno, schiacciando con il mattarello, togliete il foglio di carta superiore. Fate in modo che vi venga una forma abbastanza regolare, o quadrata o rettangolare perché dovrete tagliarla in barrette.

Cuocete 20 minuti in forno a 180 gradi.

Tirate fuori e tagliate subito, perché da fredda si sbriciola di più.

 

Barretta Omega3 5

Barretta energetica #tuttafrutta

Ingredienti barretta

  Le barrette energetiche sono  estremamente utili per chi sta fuori casa molte ore e non può mangiare ciò che propongono le vetrine dei bar. E che, tanto meno, trova qualcosa di commestibile in quei diabolici distributori  automatici piazzati qua e là nelle scuole, negli ospedali, nelle stazioni… (A proposito, secondo voi chi sceglie  cosa infilare là dentro, e soprattutto perchè la roba è tutta stracongelata, dai taralli al salame coi grissini?  Bho!)

Comunque un paio di barrette in borsa possono fare la differenza.  Oggi ne pubblico una che contiene diversi tipi di frutta,  (secca, a guscio, in polpa…)  aromatizzata coi semi di finocchio.  La base è composta dalla crusca e dai fiocchi di avena.

Se  preferite una barretta salata fate un salto sulla ricetta di quella mediterranea che ho pubblicato tempo fa.

 

barrette #tuttafrutta

Barretta energetica #tuttafrutta

 ( senza uova, né lattosio, né grassi, né zuccheri aggiunti…)

  Tempi 10 minuti + la cottura barretta cruda Ingredienti

120 gr crusca d’avena 120 gr fiocchi d’avena 100 gr albicocche secche – tagliate a pezzetti 50 gr noci 125 gr  yogurt di soja 200 gr polpa di mele 2 cucchiaini di semi di finocchio

  Cottura 30 minuti 180 gradi   Preparazione

Versate in una terrina tutti gli ingredienti “asciutti”, mescolateli con una forchetta. Aggiungete lo yogurt e la polpa di mele, amalgamate bene.

L’impasto sarà duro, è normale, deve avere una consistenza compatta.

barretta cotta

#sandwicciate l’impasto tra due fogli di carta da forno, cioè stendete della carta da forno sulla placca, rovesciateci l’impasto, e aiutatevi con un altro pezzo di carta forno e dal mattarello per schiacciarla per bene fino a che non rimarrà alto mezzo centimetro ( al massimo), e dategli una forma rettangolare, perché una volta cotto dovrete tagliarlo a barrette.

Infornate.

 

Barretta energetica #mediterranea (spezzafame)

Pronti e via, con la barretta metditerranea

Rimasta senza la mia consueta scorta di mandorle da borsetta (un pacchettino che tengo sempre pronto per non svenire dalla fame a metà mattina), ho fatto un salto al supermercato per comprarle …scoprendo che erano ultimate, e anche il cioccolato fondente!  Passata la disperazione, ho vagabondato tra gli scaffali alla ricerca di un surrogato a basso IG… alla fine mi sono buttata su un pacchetto di pistacchi (non quelli strasalati nel reparto aperitivi) e uno di semi di zucca.

Buoni!!!
…ma non comodissimi da mangiare.

Così mi è venuta l’idea di preparare qualcosa che li contenesse e che si potesse usare come spuntino.

Una barretta. Stile quelle “energetiche”, che personalmente non amo (lasciano in bocca un retrogusto di medicina, stile sciroppo per la tosse, eppoi sono piene zeppe di zuccheri a IG stratosferico…).

Quindi una barretta spezzafame sì, ma che contenesse  buone fibre, yogurt di soia, e sapori mediterranei, come formaggio grana,  pistacchi, semi di zucca, sesamo, olive, pomodori…

Eccola qua. Ha un bell’aspetto, no? Non sembra uno di quei pacchetti di cracker simil-ospedalizi…

barretta mediterranea 

BARRETTA MEDITERRANEA

( senza uova, né lattosio, né grassi, né zuccheri…)

 

Tempi

15 minuti per l’impasto + 30 per la cottura

sesamo tostato per la barretta medierranea

Ingredienti

Dose x 10 barrette

100 gr fiocchi d’avena
50 gr  crusca d’avena
40 gr  semi di zucca
40 gr pistacchi
80 gr olive verdi snocciolate
250 gr yogurt di soia(versione vegana) o di capra
100 gr  pomodorini datterini o ciliegini – tagliati a spicchi.
Sesamo  – un po’
Sale – un po’

 barretta mediterranea_preparazione

Cottura

30 minuti
180 gradi

 Preparazione

Fate saltare un poco in padella il sesamo, giusto per tostarlo. Poi unitelo a tutti gli altri ingredienti, lavorando bene con un cucchiaio. L’impasto sarà duro, ma non fatevi prendere dalla voglia di aggiungere dei liquidi oltre allo yogurt di soia che ho indicato. Deve avere una consistenza piuttosto compatta.

Ho adoperato i pomodori datterini perché sono particolarmente sodi, se non li trovate prendete i ciliegini ma fateli sgocciolare bene prima di unirli agli altri ingredienti. Per quando riguarda le olive potete optare per quelle nere… a me sembravano più adatte le verdi per il colore e la consistenza.

barretta mediterranea_cotura

Sandwicciate l’impasto tra due fogli di carta da forno.(cioè stendete della carta da forno sulla placca, rovesciateci l’impasto, e aiutatevi con un altro pezzo di carta forno e dal mattarello per schiacciarla per bene)

Dovrà restare alta mezzo centimetro al massimo. Cercate il più possibile di dare una forma rettangolare all’impasto, perché una volta cotta dovrete tagliarla a barrette.

Infornate.

Lasciate raffreddare e tagliate delle forme rettangolari. A me sono saltate fuori 10 barrette di 4 x 11 centimetri.

Incartate a due a due.  Con un pezzetto di carta forno e della pellicola trasparente, troveranno posto nella vostra borsa, e avrete lo spuntino per tutta la settimana.

 barretta, occhiali, table e agenda