Biscotti di farina di orzo e cioccolato fondente

biscotti farina d'orzo e cioccolato (3)

La farina integrale di orzo è una delle farine preferite del blog Tre Civette. 

Non solo ha un indice glicemico decisamente basso ma  rende più rustici gli impasti.

E’ ottima impiegata in impasti sia salati  che dolci.

Oggi abbiamo fatto dei biscotti semplicissimi. Provateli!

Cioccolato, arancia, crema di mandorle e farina di orzo… 🙂

biscotti farina d'orzo e cioccolato

Ingredienti

200 g farina integrale di orzo
100 g gocce di cioccolato fondente
50 g zucchero integrale di cocco
1 uovo intero
50 ml olio Evo
50 g crema di mandorla
½ cucchiaio di lievito per dolci meglio se bio
Arancia bio – la buccia

Cottura

180 gradi
15 minuti

biscotti farina d'orzo e cioccolato (1)

 

Preparazione

In una terrina mescolate fra loro gli ingredienti secchi, in modo che il lievito si distribuisca in modo uniforme.  

Quindi amalgamate l’uovo, l’olio e la crema di mandorle.

Spianate il composto fra due fogli di carta forno. Tagliatelo a quadrotti che sistemerete in una teglia.   Fateli cuocere per 15 minuti a 180 gradi. 

 

biscotti farina d'orzo e cioccolato (2)

Quiche provenzale con farina integrale di orzo

 

quiche provenzale di orzo (3)

L’orzo è un  cereale antico che in Italia viene coltivato in modo massiccio.

Sarebbe utile introdurre nella nostra alimentazione la farina integrale di orzo perché ha un indice glicemico molto basso…

L’impasto base è adatto anche ad essere declinato sul dolce. In questo caso aggiungete all’impasto due cucchiai di zucchero integrale di cocco, della cannella o degli aromi per speculoos e finite con una buona marmellata a basso IG, della crema, frutta o gelatina.

Ingredienti

Base x teglia da 20 cm
150 g farina integrale di orzo
1 uovo
50 ml olio Evo
Sale

Farcitura
100 g Emmental
150 g pomodorini
Cipolla (eventuale)
Mostarda
Erba cipollina

 

Cottura

40 minuti
170 gradi

Preparazione
Mettete in una terrina la farina e il sale. Mescolateli fra loro, quindi incorporate l’uovo e l’olio.

Lavorate dapprima con una forchetta poi con le mani unte di olio.

quiche provenzale di orzo

È un impasto inusuale, rustico e poco elastico.

Tagliate due pezzi di carta da forno.

Adagiate l’impasto su un foglio di carta da forno, sovrapponete l’altro e tiratelo con il mattarello, deve rimanere un po’ spessa, come una brisée. Appoggiate l’impasto nella teglia che preferite, togliete lo strato di carta superiore e date la forma alla vostra torta.

quiche provenzale di orzo (6)

Spalmate sulla base due cucchiai di mostarda, appoggiate le fette di Emmental, e ancora sopra sovrapponete i pomodorini affettati ed eventualmente la cipolla.

Cospargete di erba cipollina e infornate per 40 minuti a 170 gradi.

Servite tiepida o a temperatura ambiente.

quiche provenzale di orzo (5)

Mug cake alla zucca (cotta a vapore, veg)

Mug Cake alla zucca (8)

Settimana di Halloween, settimana della zucca…

… ma la zucca non è solo folklore, ecco cosa ha scritto alle Tre Civette la Dottoressa Samantha di Geso  – nutrizionista e direttrice di dNa – centro interdisciplinare di Nutrizione e Psicologia – a proposito della zucca.  

Per una volta quelle pasticcione delle civette hanno avuto una buona idea, e cioè postare qui di seguito il suo prezioso contributo. Correte a leggerlo!!!  

 

Samanta di Geso

Dottoressa Samantha di Geso

” Lo sapevate che la zucca cambia le sue “doti” nutritive in base al tipo di cottura?
Può infatti aiutare a bloccare una emorragia ma può anche crearla.
La zucca contiene vitamina A, vitamina K, potassio, magnesio e calcio.
La vitamina A è utile per le ossa, per i capelli, rafforza le difese immunitarie e la vista.
La vitamina K permette la buona salute delle ossa ed è coinvolta nella coagulazione del sangue rendendolo meno denso.
Entrambe queste vitamine sono liposolubili cioè si sciolgono nei grassi e negli olii e non in acqua.

In caso di emorragie cuocere direttamente la zucca nell’olio extravergine, permette di assorbire maggiormente la vitamina K, bloccando il sanguinamento. Nelle sindromi emorragiche mestruali o in caso semplicemente di sanguinamento delle gengive, un bel piatto di ravioli di zucca con peperoni e pomodori (vitamina C e Calcio) potrebbero aiutarci ad avviare un processo di coagulo se all’interno della pentola ci mettessi dei grassi animali o vegetali quali una ricotta o dell’olio.

In caso di patologie in cui invece non è opportuno un coagulo e si assumono dei fluidificanti, basterà cuocere la zucca semplicemente in acqua o al forno senza dover privarmi della bontà, del magnesio, del potassio, del calcio e della vitamina A che la natura regala attraverso un alimento così buono e versatile.
Sempre in caso di terapie con anticoagulanti si può mangiare comunque un risotto di zucca soffritta in olio extravergine, purché si associ un alimento altamente fluidificante quale l’ananas la quale supporta anche la diuresi renale.

Questa è la dimostrazione di come la Natura ci dia tutto ciò che serve per vivere bene, ma bisogna studiare e adoperarsi con pazienza e amore verso se stessi.

E allora prepariamoci dei buoni muffin di zucca o una buona focaccina di zucca e farro oppure uno splendido Mug cake e buon Halloween a tutti dallo staff di dNa Milano.”

Dottoressa Samantha di Geso
nutrizionista e direttrice di dNa – centro interdisciplinare di Nutrizione e Psicologia

Mug Cake alla zucca (7)

Di seguito la ricetta di una saporita mug cake alla zucca.

La potrete servire con della crema fresca, magari mescolata a erba cipollina.  

In questi giorni nei negozi di casalinghi si trovano delle fantastiche tazze a tema...

Volete altri suggerimenti a base di zucca?

Ecco un’idea gustosa: focaccine di farro integrale e zucca,

e una variante dolce:  muffin alla zucca.

Mug Cake alla zucca

Youtube

Ingredienti:

Dose per una mug (tazza):
100 gr di zucca cotta a vapore (peso da cotta) + 2 pezzetti interi
1 cucchiaio* di farina integrale di farro
1 cucchiaio di farina integrale di orzo
1 cucchiaio di farina integrale di grano saraceno
1 cucchiaino di olio EVO
1 cucchiaio di semi di zucca decorticati
Sale
Erba cipollina
100 ml di acqua
1 pizzico di lievito per torte salate, preferibilmente bio
1 cucchiaino di aceto di mele
2 chiodi di garofano

*cucchiaio da minestra

Cottura

In pentola, a vapore
20 minuti dal bollore

Mug Cake alla zucca (1)Preparazione

Fate cuocere la zucca a vapore mettendo nell’acqua qualche chiodo di garofano.

Mescolate in una terrina gli ingredienti secchi in modo che il lievito venga ben distribuito.

Aggiungete i 100 gr di zucca schiacciata non troppo finemente con la forchetta.

Poi l’acqua, l’olio, e l’aceto di mele.

(A fine cottura non si sentirà il sapore dell’aceto, ma occorre per aiutare la lievitazione).

Svuotate l’impasto nella tazza.  

In ultimo appoggiate i due pezzetti di zucca in modo che rimangano un po’ in superficie.

Adagiate la tazza in una pentola abbastanza alta di bordo in modo che possiate chiuderla perfettamente durante la cottura con il suo coperchio.

Svuotate nella pentola un paio di bicchieri di acqua. Appoggiate il coperchio. Accendete il gas.

La mug cake salata sarà cotta dopo 20 minuti di cottura che sono da contare a partire dal bollore.

Fatela raffreddare una decina di minuti e servitela.

Se non siete vegani potreste aggiungere all’impasto del formaggio grana e dei pezzetti di feta.

Se siete intolleranti al glutine la potreste fare col solo grano saraceno.

Mug Cake alla zucca (6)

Biscotti di farina di orzo e zucchero di cocco – ig bassissimo

biscotti di orzo e zucchero di cocco (3)

La farina di orzo ha un ig bassissimo – sotto i 35 !!! -,  questa ricetta è la base per preparare una frolla gustosa e davvero “leggera” da utilizzare per una crostata.

Ho impiegato la margarina di olio EVO, voi potete anche usarne un altro tipo o direttamente l’olio. Se è una giornata particolarmente calda magari infilatelo nel frigo un paio d’ore.

biscotti di orzo e zucchero di cocco (4)

Ingredienti:

100 gr zucchero di cocco (o altro zucchero low ig)  + qualche cucchiaiata di decorazione
200 gr farina integrale di orzo
70 gr margarina di olio EVO (o olio EVO)
1 uovo intero (50 gr circa)
Limone  bio – la buccia
sale

Cottura:

20 minuti
160 gradi

biscotti di orzo e zucchero di cocco

Preparazione:

Infilate nel mixer lo zucchero con qualche pezzetto di buccia di limone. I biscotti vengono meglio se lo zucchero è in polvere e aggiungendo già il limone lo avrete ben miscelato con il resto degli ingredienti.

Impastate la farina di orzo  insieme  allo zucchero – col limone – la margarina, l’uovo e una presa di sale.

Fate un rotolo e tagliatelo a fettone.

Passate entrambi i lati dei biscotti nello zucchero di cocco non macinato e posateli sulla leccarda coperta da un foglio di carta da forno.

Mettete nel frigo un’oretta, quindi infornate  a 160 gradi per venti minuti.

biscotti di orzo e zucchero di cocco (1)