Torta Cannellini Ratatuia (MuffinTest#3 per il concorso Muffins Monday #39)

TORTA RATATUIA CANNELLINI 1

Terzo  test per partecipare al concorso Muffins Monday #39

Ma è una torta !?!, direte voi.   E’ vero, infatti, ma l’impasto rimane quello, basta solo versarlo nei pirottini anzichè nella forma…

In realtà ho appena comprato questa tortiera da plum cake e morivo dalla voglia di provarla …

Carboidrati: Farina di orzo integrale
Proteine: Emmental + Cannellini+ Uova + Grana
Verdura: Ratatuia (o Caponata)

+ olive nere snocciolate.

TORTA RATATUIA CANNELLINI 4

Torta Cannellini Ratatuia

MuffinTest#3
(terza  prova per partecipare al concorso MuffinsMonday#39)

Tempi
10 minuti + 40 per la cottura in forno

 

Ingredienti
180 gr farina di orzo integrale
60 gr formaggio grana – grattugiato
100 gr emmental a quadretti
150 ml latte di soia
2 uova intere (sostituibili con 3 albumi)
200 gr circa di ratatuia (già pronta)
200 gr cannellini al pomodoro (già cotti)
Una manciata di olive nere denocciolate
1 bustina di lievito per torte salate – meglio se bio
Sale, pepe
Margarina – una noce per imburrare

Cottura
40 minuti
180 gradi

TORTA RATATUIA CANNELLINI 3

 

Preparazione

Assemblate tutti gli ingredienti in una terrina. Come sempre date precedenza a quelli secchi, mescolandoli per bene in modo che si distribuiscano uniformemente (farina, formaggio grana,  sale, pepe e lievito). Poi aggiungete uova, latte, olive, emmental, cannellini e ratatuia.

Immagarinate una forma da plum cake, rovesciateci dentro il composto e fate cuocere.

TORTA RATATUIA CANNELLINI

Barchette rustiche ai porri

BUONA PASQUA

 

Ecco un’altra ricetta di torta salata.

Tra Pasqua e Pasquetta non bastano mai, non è vero?

 

 

MENU’ DI PASQUA E PASQUETTA: Barchette rustiche ai porri


barchette ai porri 1

 

Tempi

15 minuti di preparazione + 30 di cottura

barchette ai porri 2

Ingredienti

Per la pasta
150 gr farina di orzo integrale
50 gr farina di mandorle
5 gr sale
80 gr olio Evo
80 gr acqua
1 cucchiaio di bicarbonato
1 cucchiaio di lievito per torte salate meglio se bio

 barchette ai porri 3

Per la farcitura
2 porri
3 uova
20 gr grana – grattugiato
250 panna di soia
Noce moscata – poco
Sale – poco

barchette ai porri 5 

 

Cottura

30 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Pulite i porri, tagliateli per la loro lunghezza ( personalmente non mi piacciono a rondelle ) e metteteli a mollo nell’acqua.  

Scolateli, versate un filo d’olio nella padella e fateli andare pian piano. Aggiungete pochissimo sale.

Quando saranno semi-cotti spegnete e fateli raffreddare, magari in un piatto.

Versate in una terrina gli ingredienti  della pasta.  Formate una palla, poi #sandwicciatela fra due fogli di carta da forno, e spianatela con il mattarello.

Appoggiatela nella teglia, ed eliminate lo strato superficiale di carta.  

In un’altra terrina versate le uova, la panna, un pizzico di sale, la noce moscata e il grana. Mescolate per bene.

Quindi aggiungete i porri. Amalgamate il tutto e versate sulla pasta. Cuocete per 30 minuti a 180 gradi. 

barchette ai porri 4

Torta alla crema #cioccolatonocciolosa e fragole

Fetta di torta cioccolatonocciolosa

Avete ancora un barattolo di crema #cioccolatonocciolosa di azuki?

Benissimo, oggi la useremo per questa torta primaverile. 

 

torta da vicinissimo 

Torta alla crema #cioccolatonocciolosa e fragole

Tempi

15 minuti di preparazione + 35 di cottura + 10 di farcitura

collage torta

Ingredienti

Per la pasta

210 gr farina integrale di orzo
70 gr  mandorle – la farina
150 gr acqua
1 uovo
60 gr zucchero integrale di cocco
Cannella – un pizzico
Bicarbonato – un pizzico

 collage crema per torta

Per la farcitura

1 barattolo di crema #cioccolatonocciolosa di azuki
Marmellata di fragole  – senza zucchero o dolcificata con zuccheri a basso IG
Fragole
200 gr tofu
3 cucchiai di sciroppo di agave
4 cucchiai di crema di mandorle
Vaniglia, un pizzico

 

Cottura

forno

15 minuti + 20 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Prima cosa…tritate le mandole! Come sempre.

Poi mettete tutti gli ingredienti dell’impasto in una terrina e mescolateli fra loro. Verrà fuori un impasto a metà tra la classica torta sbattuta e la crostata. Foderate una teglia di carta da forno, versate l’impasto livellandolo con il dorso del cucchiaio bagnato e infornatelo a 180 gradi per 15 minuti.

Toglietela dal forno, versate sulla torta due belle cucchiaiate di marmellata di fragole e un barattolo di crema #cioccolatonocciolosa di azuki. Ri-infornate per altri 20 minuti.

Quindi estraete e fate raffreddare.

guarnizione di torta

Frullate il tofu con lo sciroppo d’agave, la crema di mandorle e la vaniglia, mettete il composto in un sac a poche e distribuitelo sulla torta…decorate con le fragole fresche.

 

 

 

Il piatto nella foto proviene dalla scuola di Sesto Fiorentino

torta e fiori

Biscottini speziati accompagnacaffè

biscottini - noce moscata e chiodi garofano

I biscotti di oggi sono molto profumati, l’ideale per essere mangiati in un sol boccone accanto ad una bella tazza di caffè. A me piace molto la combinazione cannella/nocemoscata/chiodi di garofano. Soprattutto quando la materia prima è il cioccolato, ma anche in una preparazione a base di farina integrale. Come questa.

Provateli, si conservano a lungo chiusi in un barattolo di vetro.

biscottini

Biscottini speziati accompagnacaffè

 

 

Tempi

20 minuti + il riposo e la cottura

biscottini - urro di cocco

 

 

Ingredienti

160  farina integrale di orzo
60 fiocchi d’avena
60 gr fruttosio
60 burro di cocco
70 gr di latte di soia
1 uovo
Bicarbonato – un pizzico
Sale – un pizzico
Cannella, noce moscata, chiodi di garofano – un pizzico

biscottini  - prima e dopo il forno

 

 

 Cottura

15 minuti
180 gradi

 

 

Preparazione

Sciogliete  il burro di cocco nel latte di soia  a bagnomaria. Aggiungete  il resto degli ingredienti e formate una palla da far riposare una mezz’oretta.

 

Poi prendete piccole quantità di pasta e fate delle palline. Appoggiatele sulla placca del forno foderata di carta da forno.  Infilate nel forno a 180 gradi per 15 minuti.

Sfornate, e fate raffreddare.

biscotti -

Cracker alle farine di ceci e orzo integrale

Cracker cotti

 

Cracker accompagna-salsine negli antipasti,  cracker finger food…questa ricetta si adatta a qualsiasi occasione.

 

Cracker alle farine di ceci e di orzo integrale

 

Tempi

5 minuti + il riposo + 10 minuti di cottura

Cracker impasto

 

Ingredienti

130 gr farina di orzo integrale
130 gr farina di ceci
8 gr sale
30 gr olio Evo
90 gr acqua
Semi di girasole – un po’
Timo – un po’

 

 

Cottura

10 minuti
200 gradi

 

 

 

Preparazione

Impastate le farine con gli altri ingredienti ad eccezione dei semi di girasole. Lasciate riposare una mezz’oretta, poi #sandwicciate la palla di impasto tra due fogli di carta da forno, e passateci sopra il mattarello.

Schiacciate bene, il risultato dovrà essere croccante, quindi bisogna ottenere una sfoglia abbastanza fine. Più di un biscotto, per intenderci.

Poi passate la rotella formando dei rettangolini ( oppure potete optare per dei bastoncini o  dei triangoli… è uguale) quindi versate i semi di girasole, coprite nuovamente con la carta da forno e premeteli sull’impasto.

Cracker da cuocere

Togliete la carta e infornate per 10 minuti a 200 gradi.

Attenzione alla cottura: bruciarli è un attimo ( a me è successo due volte…) piuttosto gli ultimi minuti sorvegliateli a vista.

Una volta cotti staccate i cracker lungo le linee tracciate dalla rotella.

Cracker - timo

Torta Quattro e Quattr’8tto + Crema Inglese a basso IG

Torta  quattro e quattr'otto con crema inglese

Questa torta è buona servita tiepida, e se avrete voglia di fare la crema avrete un dessert davvero speciale ( finalmente trovato una ricetta dove inserire la crema inglese a basso IG,  eh meno male!) . Base della crema è lagar agar,  ( polvere ricavata da diverse alghe rosse)  gelificante naturale sostituto della colla di pesce che non necessita di zuccheri per solidificarsi.

torta quattro e quattrotto 

Torta Quattro e Quattr’8tto

 

Tempi

10 minuti (+ cottura) a voler restare larghi. È davvero veloce e poi potete approfittare del tempo che sta in forno per preparare la crema!

Ingredienti

120 gr farina integrale di orzo
150 gr crusca di avena
50 gr nocciole
3 pere
buccia di limone bio
60 gr  sciroppo d’agave  o  fruttosio
4 cucchiai di olio  ( dal gusto non troppo intenso quando si tratta di dolci)
4 uova intere
3 cucchiai di rhum o amaretto

 Pere e nocciole per la torta

Cottura

30/35  minuti
180 gradi

 

Preparazione

Tritate le nocciole, e visto che dovete sporcare il mixer, infilateci assieme anche la buccia di limone (e se avete optato per il fruttosio mettete anche quello).  Sbucciate le pere e tagliarle a fettone perché se le fate troppo piccole in cottura si disperdono nell’impasto, o perlomeno a me piace sentire il frutto un po’ intero, tenendone un paio di fette da parte.

Mescolate in una terrina il trito di nocciole e limone con farina, lievito, crusca, sciroppo d’agave (o fruttosio), olio,  uova….

Versate in una tortiera foderata di carta forno, dando qualche colpetto per assestare l’impasto in modo omogeneo. Appoggiate sopra le fette di pere rimaste.

Cuocete 30/35 minuti a 180 gradi e buttatevi sulla preparazione della crema inglese.

 torta e crema

 

Crema inglese a basso IG

 

Tempi

20 minuti  – cottura compresa

Ingredienti

500 ml latte di soia
3 tuorli
70 gr fruttosio
1 cucchiaio raso di agar agar
vaniglia

 Torta quattro e quattr'otto  con crema inglese

Cottura

40 minuti
220 gradi

 

Preparazione

Sciogliere l’agar agar in un pochino di latte. Fare scaldare il resto del latte con la vaniglia.

Lavorare i tuorli e il fruttosio in un’altra casseruola, nella quale verserete a filo il latte intiepidito. Se usate le fruste viene fuori una cosa spumosa, se le fruste sono elettriche …ancora di più.

A questo punto mettete sul fuoco continuando a mescolare senza portare all’ebollizione, mi raccomando!!! fino a quando non sarà pronta.

Sì, ma quando? Ve ne accorgerete, perché ad un tratto il cucchiaio si velerà.

Potrete versarla direttamente sulla torta, o servirla accanto al piatto in una salsiera.

Una volta raffreddata questa crema solidifica. Quindi con la stessa ricetta potete preparare dei piccoli flan (o budini).

budino con crema inglese