Torta noci e pesca sciroppata

Ingredienti
200 g farina integrale di tipo 2
100 g gherigli di noci
2 uova
80 g zucchero integrale di cocco
½ bustina di zucchero integrale
200 ml latte di soia
50 ml olio EVO

Pesche sciroppate al naturale

Cottura
170 gradi
20/25 minuti

Preparazione
In una terrina impastate tutti gli ingredienti, cominciando da quelli secchi. #immargarinate una o più teglie e foderatele con carta forno. Appoggiate le pesche sciroppate sul fondo e versateci sopra l’impasto.

Io ho usato delle piccole teglie da 18 centimetri, con queste dosi me ne sono venute quattro.
Infornate a 170 gradi per 20/25 minuti per teglie da 18 centimetri, qualche minuto in più se optate per una più capiente.

Comunque prima di estrarle fate la solita prova dello stecchino perché la pesca sciroppate intera potrebbe rallentare la cottura.

Éclair integrali al formaggio grana

Ingredienti
200 ml acqua
50 ml olio EVO
70 g formaggio grana grattugiato
100 g farina integrale di tipo 2
2 uova intere

Finitura
Ricotta di bufala
Peperoni sottaceto

Cottura
25 minuti
170 gradi

Preparazione
In un pentolino portate a ebollizione l’acqua e l’olio, aggiungete la farina tutto in un colpo, mescolate energicamente fino a che si formerà una palla di impasto. Togliete dal fuoco la pentola e lasciate intiepidire. Aggiungete le uova, uno alla volta, e il formaggio grana. Foderate con la carta forno la leccarda, Infilate l’impasto in un sac-à-poche e formate dei salamotti.
Fate cuocere per 25 minuti a 170 gradi.
Una volta raffreddati farciteli con della ricotta e serviteli con dei peperoni sottaceto.

Tazzine-biscotto alla ricotta

Ingredienti per quattro tazzine
Per la frolla
150 g farina semi integrale
50 g zucchero integrale di cocco o altro a basso indice glicemico
1 uovo
70 ml olio EVO
Limone bio – la buccia
50 g gocce di cioccolato fondente

Per la farcia
250 g ricotta di bufala
50 g zucchero integrale di cocco o altro a basso indice glicemico
Limone bio – la buccia

Per finire
100 g cioccolato fondente al 70% minimo

Cottura
15 minuti
160 gradi

Preparazione
Pasta frolla – Frullate lo zucchero con la buccia di limone, aggiungete gli altri ingredienti secchi, quindi quelli liquidi. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola per alimenti e lasciate riposare una mezz’ora al fresco.
Foderate delle coppette precedentemente #immargarinate con la carta forno.
Stendete la pasta frolla con mattarello. Col coppapasta ricavate dalla sfoglia delle circonferenze che appoggerete nelle coppette facendole aderire per bene sagomando una tazzina. Riempite lo spazio vuoto con qualche cucchiaiata di fagioli o riso avvolti nella stagnola per mantenere la forma della pasta in cottura.
Fate cuocere a 160 gradi per 15 minuti. Sfornatele, staccatele dalle coppette e lasciatele raffreddare. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, vuotatene qualche cucchiaiata in ogni tazzina, ruotandola per farlo ben aderire. 

Farcia – Mescolare la ricotta con lo zucchero e con la buccia di limone ricavata con l’apposito attrezzo. Riempite un sac à poche.

Riempite le tazzine di frolla con la farcia. Servitele con un cucchiaino infilato nella farcia.
Una volta pronte si possono conservare in frigo un paio d’ore.
Se a tavola non avete bimbi potreste aromatizzare la farcia con qualche cucchiaio di Amaretto, di Cointreau, o anche con del caffè amaro.

A voi la scelta!

Torta pomodorini colorati – #iomangioinufficio

Ingredienti
Per una porzione = 1 pranzo
1 porzione di pasta matta integrale – 150 g all’incirca
150 g pomodorini colorati
1 scalogno
1 uovo sodo
50 g formaggio grana grattugiato
2 cucchiai di senape
Sale
Pepe
Olio EVO
Erba cipollina

Cottura
170 gradi
25 minuti

Preparazione
Pasta matta Riporto in breve dosi e preparazione per la pasta matta: 300 g di farina integrale di grano tenero, 50 ml d’olio Evo, 200 ml acqua tiepida e un pizzico di sale. Impastate la farina con il sale e l’olio, lavorate aggiungendo acqua tiepida sufficiente a ottenere una pasta soda e liscia. Continuate lavorando l’impasto sulla spianatoia per 5/10 minuti. Preparatene un panetto con questa quantità: ben avvolta nella pellicola trasparente si conserva nel frigo per diversi giorni. Potrete quindi prepararla e utilizzare per più pasti in ufficio.
Per la nostra torta salata ne occorre un panetto 150 g, che spianerete col mattarello aiutandovi con altra farina.

Farcia – Lavate i pomodorini e tagliateli a metà, fateli saltare in padella per qualche minuto con il sale e lo scalogno, lavato e affettato. Tagliate a pezzetti l’uovo sodo, conditelo con pepe, sale e erba cipollina. Foderate con carta forno una teglia di 15 cm. Appoggiateci la pasta matta che deborderà, spalmateci sopra la senape e farcite con i pomodori e l’uovo. Cospargete di formaggio grana, richiudete i bordi verso l’interno.

Cuocete a 170 gradi per 25 minuti.

Torta meline e miele

Ingredienti per una teglia 18 cm x 20 cm
100 g farina integrale di tipo 2
20 g fiocchi d’avena
60 ml miele castagno Mielebio Rigoni
20 ml olio EVO dal gusto non troppo forte
100 ml succo di mela o d’arancia
1 uovo
Uvetta – 2 cucchiai
½ bustina di lievito per dolci bio
2 mele piccole bio

Cottura
25 minuti
170 gradi

Preparazione
Mescolare tutti gli ingredienti, dapprima quelli secchi poi quelli liquidi.
Lavare le meline, versare l’impasto nella teglia e appoggiarcele dentro, in modo che vengano immerse quasi tutte e spunti solo la parte superiore e il picciolo.
Lasciate cuocere per 25 minuti a 170 gradi, fate raffreddare prima di tagliare.

Dorayaki integrali

La ricetta di oggi si ispira a un film: Le ricette della signora Toku.  Nella pellicola, il protagonista, Sentaro, gestisce una piccola panetteria in cui serve dorayaki. Una vecchia signora, Toku, si offre di dare un aiuto in cucina, e dimostra di avere una magia nelle mani quando si tratta di preparare dei deliziosi manicaretti. Grazie alla sua ricetta segreta, il piccolo negozio rifiorisce presto.

Ingredienti
2 uova
3 cucchiai di zucchero di canna
100 g farina integrale di tipo 2
1 cucchiaino di miele d’acacia
½ cucchiaino di lievito per dolci meglio se bio
2 cucchiai di acqua
Marmellata – preferibilmente quella di fagioli rossi azuki – io ho usato Rigoni di Asiago 

Preparazione
Sbattete con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, e poi, poco alla volta, la farina, il lievito, il miele e l’acqua. Risulterà una pastella soda, come quella di una torta sbattuta. Fatela riposare nel frigo per una mezzora.
Scaldate una padella antiaderente leggermente unta. Versate alcune cucchiaiate di pastella, le une distante dalle altre. Si allargheranno da sole e non appena si formeranno delle bollicine in superficie saranno pronte per essere girate, delicatamente. Terminate la cottura anche dall’altro lato, quindi spostatele in un piatto. Una volta raffreddate servitele con marmellata. La tradizione vorrebbe quella di fagioli, ma io ho optato per una di Rigoni di Asiago.