Tortine allo scalogno e semi di zucca, con pomodorini confit

tortine allo scalogno e semi di zucca (1)

Con oggi cominciamo ad annusare l’aria natalizia sul blog,  se voi siete ancora lontani dal sentire il tintinnio dei campanellini della slitta di Babbo Natale, cliccate qui….

Di seguito trovate la ricetta di una tortina, morbidissima, profumata di scalogno e insaporita con i semi di zucca accompagnata dagli immancabili pomodorini confit.

tortine allo scalogno e semi di zucca (8)

Adopero spesso i pomodori confit, come contorno, come parte della ricetta, aggiunti a una pasta condita con verdure ecc ecc. Portano un po’ di sole nel piatto anche in pieno inverno. Sono semplicissimi da fare, nonostante richiedano una cottura lunga nel forno. ( Cottura che si può programmare anche in anticipo.) Cliccando qua sotto potete leggere la ricetta.

tortine allo scalogno e semi di zucca (10)

Ingredienti

Dose per 7 tortine da 9 cm di diametro
120 gr farina di farro integrale
2 uova intere freschissime
1 scalogno
30 gr semi di zucca + una manciata per decorazione
10 ml latte di capra
10 ml olio EVO
50 gr formaggio grana grattugiato
½ cucchiaino di lievito in polvere per torte salate – meglio se bio
Sale – pochissimo
Crusca di avena – qualche cucchiaio

tortine allo scalogno e semi di zucca (3)

Preparazione

Mescolate gli ingredienti secchi per bene in modo che il lievito, il sale e il formaggio grana si distribuiscano equamente con la farina.

Incorporate le uova intere, il latte e l’olio.

Pulite e tagliate a fettine lo scalogno, aggiungetelo all’impasto assieme ai semi di zucca.

#immargarinate delle formine tonde, e passateci della crusca di avena. (Va bene anche un unico stampo da plum cake, ma io sono fissata con le monoporzioni…) .

Versate il composto nelle forme. Fate cadere sulla superficie i semi di zucca lasciati a parte.

Cuocete a 180 gradi per 20 minuti, avendo cura di mettere una ciotolina d’acqua nel forno.

tortine allo scalogno e semi di zucca (9)

Teff dolce con mela e lamponi – senza glutine

teff dolce con mele e lamponi (1)

Oggi vi proponiamo un dolce davvero particolare, fatto con il teff.

Teff deriva dall’aramaico teffa=perdita.

Infatti i suoi chicchi misurano meno di un millimetro di diametro e sfuggono dalle mani. Sono piccoli al punto che con una manciata è possibile seminare un intero campo. Il teff è una graminacea – quindi priva di glutine – nota in Eritrea già nel 4000 a.C. Oggi si trova anche in Australia e in India.

Due sono le varietà di teff:  bianco e  rosso.

Quella chiara è la più pregiata perché la sua coltivazione è più complessa.

Data la dimensione del chicco, nella macinazione è impossibile separare le varie parti, di conseguenza la farina che se ne ricava è sempre integrale.  Tradizionalmente in Africa la farina di teff veniva, e viene ancora, impiegata nella produzione dell’injera o enjera  pane a fermentazione batterica.

teff dolce con mele e lamponi (2)

Ingredienti

150 g teff chiaro
200 ml latte di capra o soia
1 mela
4 cucchiai di zucchero di cocco o altro low ig
1 busta di vanillina
4 cucchiai di crema di mandorle
150 g lamponi

Cottura

30 minuti

Preparazione

Mettete il teff in ammollo già la sera precedente, al mattino scolatelo e fatelo cuocere nel latte  allungato con acqua assieme allo zucchero e alla vanillina.

A metà cottura aggiungete la mela sbucciata e tagliata a pezzetti. Appena spento il fuoco mescolate la crema di mandorle e  dividetelo in quattro vasetti o coppe da macedonia.

Fate raffreddare e prima di servire decorate con i lamponi.

teff dolce con mele e lamponi

Torta magica ceci e cipollotto

Torta magica ceci e cipollina (1)

Anche le Tre Civette sono rimaste affascinate dalla “Torta Magica” un impasto unico che sforna un dolce (o una torta salata) dalle diverse consistenze.

Le dosi sono pressappoco quelle di un flan, ma la modalità di esecuzione è diversa. 🙂

Ingredienti

Per una teglia da plum cake di cm 10 x cm 24
3 uova
80 ml olio Evo
80 g farina integrale di grano
350 ml  latte di soia o capra
50 ml vino bianco
100 g olive denocciolate
60 g formaggio grana grattugiato
100 g ceci – peso da cotti
1 cipollotto fresco
Sale
Pepe

Cottura

50 minuti
150 gradi

Torta magica ceci e cipollina (3)

Preparazione
In una terrina sbattete con una frusta i tuorli con l’olio, il sale e il pepe fino a farli diventare una crema.

Incorporate la farina, quindi aggiungere il latte, un poco per volta, e il vino.  Montate i bianchi a neve, uniteli al composto.

Torta magica ceci e cipollina (4)

#immargarinate una teglia e foderatela di una sagoma di carta forno. Appoggiate sul fondo i ceci, le olive e il cipollotto lavato, mondato e tagliato a filetti. Cospargete di formaggio grana, e quindi rovesciate il composto.

Infornate a 150 gradi per 50 minuti.

Una volta cotto lasciate raffreddare un paio d’ore prima di spostarlo dalla teglia.

Torta magica ceci e cipollina

Torta di mele “similfrandura”

_Torta frandura di mele

La frandura è una tipica ricetta delle mie parti ( è nata a Montaldo Ligure), che vede le patate tagliate sottilmente avvolte in un impasto di farina, uova, latte e olio. Cotta in forno, viene servita tagliata a fette, come una focaccia.

Ho preso l’idea del taglio sottile della materia prima per vedere cosa sarebbe potuto venir fuori se al posto del tubero avessi usato delle mele.

Il risultato è davvero ottimo, penso che lo sperimenterò in altre combinazioni.

Questa ricetta partecipa al contest “Dieta Mediterranea? Sì grazie” indetto dall’Azienda Ospedaliera Federico II di Napoli

_Torta frandura di mele (6)Ingredienti

Dose per 8 persone

4 mele (800 g circa)
120 g farina integrale
150 ml latte di capra
100 g zucchero integrale di cocco o altro a basso ig
50 ml olio Evo
3 uova
cannella

Cottura

50 minuti
180 gradi

_Torta frandura di mele (12)

Preparazione

Versate in una terrina la farina, lo zucchero, la cannella assieme al latte di capra, l’olio, le uova e il latte.

Mescolate bene e lasciate riposare intanto che preparerete il resto.

Foderate con la carta forno una teglia da 26 cm di diametro o due più piccole, come ho fatto io.
Sbucciate le mele intere e togliete il torsolo con l’apposito attrezzo.

_Torta frandura di mele (14)

Passate le mele alla mandolina, regolando lo spessore al punto più fine, o tagliatele sottili col coltello.

Tuffate le mele affettate nell’impasto e rovesciate nella teglia.

Fate cuocere 50 minuti a 180 gradi.

Lasciate raffreddare completamente prima di togliere la torta dallo stampo.
Va consumata a temperatura ambiente.

 

_Torta frandura di mele (16)

 

2016 csontestdietamediterranea_banner

Torta in padella: clafoutis di lamponi a base di latte di capra

2015 06 16 Clafoutis in padella (5)

Il motto di questa ricetta è: ABBASSO IL FORNO!!!

Davvero, in giornate come queste il pensiero di accenderlo fa venire i brividi…caldi! 

Quindi al grido di “forno spento ok, ma non mangeremo mica insalate tutta l’estate?” ci è tornata in mente un ricetta letta tempo fa nel blog di Silvia Pasticci e abbiamo voluto rifarla.  

Alla Tre Civette, ovvio.

Con latte di capra, farina integrale e zucchero low ig. 

Al posto dei lamponi ci starebbe bene altra frutta  acidula come prugne, mirtilli, more...

Qui la videoricetta

2015 06 16 Clafoutis in padella (2)

Ingredienti

300 ml latte di capra
300 gr lamponi
100 gr farina integrale
100 gr zucchero integrale di cocco o altro zucchero low ig
3 uova intere
Limone bio – la buccia

2015 06 16 Clafoutis in padella (3)

Cottura

Padella
50 minuti

Preparazione

Frullate lo zucchero con la buccia del limone e la vaniglia

Unite la farina e, poco alla volta, il latte e le uova.

Lasciate riposare una mezz’oretta in frigo.

Prendete una padella (la mia è larga 28 cm) per la quale disponete di un coperchio a chiusura perfetta.

Rovesciate il composto nella padella, chiudete e mettetela sul fornello più piccolo a fuoco dolce per 50 minuti.

Lasciate raffreddare e servite.

Meglio ancora se dopo qualche ora di frigo

2015 06 16 Clafoutis in padella (4)

Crostata di cocco senza farina, senza lievito

crostata di cocco senza farina

Ho trovato una farina di cocco macinata molto fine e mi è venuta voglia di farne la base per una crostata.  

Il risultato mi è piaciuto assai: è rimasta compatta e morbida, leggerissima… 

Ho usato la marmellata di albicocca, la prossima volta voglio provare un sapore più aspro, tipo mirtilli, arancia amara o uva spina.

 

Tempi

10+ 35 di cottura

Ingredienti

250 gr farina di cocco
70 gr zucchero di cocco integrale
2 uova intere
60 ml olio EVO dal sapore non troppo forte
200 ml latte di soia o di capra
1 barattolo di marmellata – albicocca Rigoni di Asiago per me
1 bicchierino di liquore – amaretto per me

crostata cocco senza farina (4)

Cottura

25 minuti + 10 minuti
160 gradi

Preparazione

Mescolate tutti gli ingredienti in una terrina. 

Foderate con  carta forno una classica teglia da crostata con i bordi bassi.  La mia è di ceramica e misura 30  centimetri di diametro.

Rovesciate l’impasto nella teglia schiacciandolo bene coi rebbi di una forchetta e dando così la forma al bordo esterno che deve risultare un pochino più alzato del fondo.

Infornate per 25  minuti a 160 gradi.

Estraete e distribuite la marmellata sopra la base, quindi rinfornate per altri 10 minuti.

Fatela raffreddare prima di tagliarla. 

crostata cocco senza farina (5)