Teff dolce con mela e lamponi – senza glutine

teff dolce con mele e lamponi (1)

Oggi vi proponiamo un dolce davvero particolare, fatto con il teff.

Teff deriva dall’aramaico teffa=perdita.

Infatti i suoi chicchi misurano meno di un millimetro di diametro e sfuggono dalle mani. Sono piccoli al punto che con una manciata è possibile seminare un intero campo. Il teff è una graminacea – quindi priva di glutine – nota in Eritrea già nel 4000 a.C. Oggi si trova anche in Australia e in India.

Due sono le varietà di teff:  bianco e  rosso.

Quella chiara è la più pregiata perché la sua coltivazione è più complessa.

Data la dimensione del chicco, nella macinazione è impossibile separare le varie parti, di conseguenza la farina che se ne ricava è sempre integrale.  Tradizionalmente in Africa la farina di teff veniva, e viene ancora, impiegata nella produzione dell’injera o enjera  pane a fermentazione batterica.

teff dolce con mele e lamponi (2)

Ingredienti

150 g teff chiaro
200 ml latte di capra o soia
1 mela
4 cucchiai di zucchero di cocco o altro low ig
1 busta di vanillina
4 cucchiai di crema di mandorle
150 g lamponi

Cottura

30 minuti

Preparazione

Mettete il teff in ammollo già la sera precedente, al mattino scolatelo e fatelo cuocere nel latte  allungato con acqua assieme allo zucchero e alla vanillina.

A metà cottura aggiungete la mela sbucciata e tagliata a pezzetti. Appena spento il fuoco mescolate la crema di mandorle e  dividetelo in quattro vasetti o coppe da macedonia.

Fate raffreddare e prima di servire decorate con i lamponi.

teff dolce con mele e lamponi

Torta magica ceci e cipollotto

Torta magica ceci e cipollina (1)

Anche le Tre Civette sono rimaste affascinate dalla “Torta Magica” un impasto unico che sforna un dolce (o una torta salata) dalle diverse consistenze.

Le dosi sono pressappoco quelle di un flan, ma la modalità di esecuzione è diversa. 🙂

Ingredienti

Per una teglia da plum cake di cm 10 x cm 24
3 uova
80 ml olio Evo
80 g farina integrale di grano
350 ml  latte di soia o capra
50 ml vino bianco
100 g olive denocciolate
60 g formaggio grana grattugiato
100 g ceci – peso da cotti
1 cipollotto fresco
Sale
Pepe

Cottura

50 minuti
150 gradi

Torta magica ceci e cipollina (3)

Preparazione
In una terrina sbattete con una frusta i tuorli con l’olio, il sale e il pepe fino a farli diventare una crema.

Incorporate la farina, quindi aggiungere il latte, un poco per volta, e il vino.  Montate i bianchi a neve, uniteli al composto.

Torta magica ceci e cipollina (4)

#immargarinate una teglia e foderatela di una sagoma di carta forno. Appoggiate sul fondo i ceci, le olive e il cipollotto lavato, mondato e tagliato a filetti. Cospargete di formaggio grana, e quindi rovesciate il composto.

Infornate a 150 gradi per 50 minuti.

Una volta cotto lasciate raffreddare un paio d’ore prima di spostarlo dalla teglia.

Torta magica ceci e cipollina

Merendine al cioccolato (no glutine, no lievito, no latte, ig bassissimo )

merendine veg alla marmellata

Questa ricetta partecipa al contest  “Dieta Mediterranea? Sì grazie” indetto dall’Azienda Ospedaliera Federico II di Napoli

Ingredienti

Per n 12 merende
100 g farina di mandorle
160 g uova intere
60 g zucchero di cocco o altro low IG
Limone bio – un pezzetto di buccia
Sale – un pizzico

Farcitura
Marmellata dolcificata con zucchero low IG

Glassa
100 g cioccolato fondente
50 g latte di soia

Cottura
25 minuti
170 gradi

Preparazione

Mettete nel boccale della planetaria o del mixer lo zucchero di cocco con il sale e la buccia di limone. Fate frullare molto velocemente in modo che lo zucchero si polverizzi e si mescoli con il sale e la buccia del limone. Vuotate in una terrina aggiungete le uova intere. Mescolate il tutto con la frusta per 10 minuti almeno. In ultimo aggiungete delicatamente all’impasto la farina di mandorle.

Versate il composto in una teglia, meglio se rettangolare e infornate per 25 minuti a 170 gradi.

merendine veg alla marmellata (4)

A cottura ultimata estraete dal forno e lasciate raffreddare.

Quindi tagliate a metà e farcite di marmellata – la mia è di lamponi.

merendine veg alla marmellata (5)

Tagliate la tortina farcita così ottenuta in tranche, a me ne sono venute 12 che misurano 3 x 8 cm .

Accostate le merende le une alle altre su un piano e preparate la glassa. Sciogliete a bagno maria la cioccolata – divisa a quadrotti –  assieme  al latte. Mescolate con una forchetta fino a che non si formerà una crema compatta.

Fate scendere delicatamente la glassa sulle merende colandone poca alla volta a filo, in modo che si raffreddi più facilmente.

merendine veg alla marmellata (1)

Fate rapprendere un paio di minuti poi separatele, altrimenti quando il cioccolato sarà del tutto raffreddato le troverete incollate fra loro.

merendine veg alla marmellata (3)

2016 csontestdietamediterranea_banner

Waffle integrali – no uova

waffle (4)

I waffle, o gaufre, sono cialde molto popolari negli Stati Uniti e nel nord Europa, come sapore e composizione possono assomigliare ai pancakes, ma la forma a nido d’ape li rende particolari e anche comodi nel raccogliere le salse dolci che vengono servite assieme.

Ingredienti
Dose per 4 waffle
120 g farina integrale tipo 2
180 ml latte di soia
70 g zucchero integrale di cocco
40 g burro di mandorla
½ bustina di lievito bio per torte

waffle (1)

Preparazione

In una terrina mescolate gli ingredienti partendo da quelli secchi. Otterrete una pastella densa. Lasciate riposare 15 minuti.

Ungete la piastra per waffle con un pennello leggermente uno di olio, accendete alla massima temperatura e quando raggiunge il calore per la cottura versate una dose di impasto. Deve lambire il perimetro della sagoma del waffle.

Chiudete e lasciate cuocere 4 minuti il primo, 3 quelli successivi.

Aprite la piastra, staccate la cialda aiutandovi con un utensile antiaderente.
Ungete nuovamente le piastre e cuocete il secondo waffle, e così via fino ad utilizzare tutta la  pastella.

waffle (2)

Per regolarvi, le dosi indicate sono sufficienti per 4 waffle a forma di fiore. In commercio potete trovare anche quelle quadrate.

Servite, se possibile appena cotti, accompagnando da frutta, crema di cioccolato, marmellata o gelato.

Crostata di cocco senza farina, senza lievito

crostata di cocco senza farina

Ho trovato una farina di cocco macinata molto fine e mi è venuta voglia di farne la base per una crostata.  

Il risultato mi è piaciuto assai: è rimasta compatta e morbida, leggerissima… 

Ho usato la marmellata di albicocca, la prossima volta voglio provare un sapore più aspro, tipo mirtilli, arancia amara o uva spina.

 

Tempi

10+ 35 di cottura

Ingredienti

250 gr farina di cocco
70 gr zucchero di cocco integrale
2 uova intere
60 ml olio EVO dal sapore non troppo forte
200 ml latte di soia o di capra
1 barattolo di marmellata – albicocca Rigoni di Asiago per me
1 bicchierino di liquore – amaretto per me

crostata cocco senza farina (4)

Cottura

25 minuti + 10 minuti
160 gradi

Preparazione

Mescolate tutti gli ingredienti in una terrina. 

Foderate con  carta forno una classica teglia da crostata con i bordi bassi.  La mia è di ceramica e misura 30  centimetri di diametro.

Rovesciate l’impasto nella teglia schiacciandolo bene coi rebbi di una forchetta e dando così la forma al bordo esterno che deve risultare un pochino più alzato del fondo.

Infornate per 25  minuti a 160 gradi.

Estraete e distribuite la marmellata sopra la base, quindi rinfornate per altri 10 minuti.

Fatela raffreddare prima di tagliarla. 

crostata cocco senza farina (5)

Torta di mele della vigilia di Natale

torta di mele

L’albero dei poveri

Filastrocca di Natale,
la neve è bianca come il sale,
la neve è fredda, la notte è nera
ma per i bambini è primavera:
soltanto per loro, ai piedi del letto
è fiorito un alberetto.
Che strani fiori, che frutti buoni
Oggi sull’albero dei doni:
bambole d’oro, treni di latta,
orsi dal pelo come d’ovatta,
e in cima, proprio sul ramo più alto,
un cavallo che spicca il salto.
Quasi lo tocco… Ma no, ho sognato,
ed ecco, adesso, mi sono destato:
nella mia casa, accanto al mio letto
non è fiorito l’alberetto.
Ci sono soltanto i fiori del gelo
Sui vetri che mi nascondono il cielo.
L’albero dei poveri sui vetri è fiorito:
io lo cancello con un dito.

Gianni Rodari

torta di mele (1)

Torta di mele della vigilia di Natale

(ig basso, no burro)

Tempi

15 minuti + 40 di cottura


Ingredienti

500 gr mele sbucciate
80 gr farina integrale di farro o grano
220 ml latte di soia o di capra
60 gr zucchero di cocco
2 uova intere
1 arancia bio – la buccia
1 bicchierino di amaretto
Noci – una manciata
Margarina – una ditata

 

Cottura

160 gradi
40 minuti

 

Preparazione

Tagliate le mele a fettine, mettetele in un recipiente a riposare mescolandole bene con lo zucchero e l’amaretto.

Formate un impasto liquido con il latte, la farina, le uova e pezzetti di buccia di arancia.

Lasciate riposare entrambe le preparazioni una mezz’oretta.
Quindi ungete il fondo di una teglia, appoggiateci sopra le mele, versate il sughetto che si sarà formato sul fondo nell’altra terrina, mescolate e versate il tutto sulle mele.

Buttateci sopra qualche noce.

Infornate per 40 minuti a 160 gradi.

Lasciate al fresco prima di consumare.

torta di mele (2)