Tortillas di farina di lenticchie – no glutine, no uova, no latticini

Ingredienti per 10 tortillas da 15 cm di diametro
200 g lenticchie – verdi bio per me
50 g farina di ceci
15 g sale
200 ml acqua
50 ml olio EVO
½ cucchiaino di lievito bio per torte salate

Preparazione

  • Riducete in farina le lenticchie – io ho usato il Bimbi a velocità 10 per un minuto -.
  • Unite il sale, la farina di ceci e il lievito. Mescolate bene.
  • Aggiungete acqua e olio.
  • Fate riposare una mezz’oretta nel frigorifero.
  • Scaldate un filo d’olio in una padella, versate l’impasto a cucchiaie come per fare le crepes. Aggiungete altra acqua all’impasto se vi sembra troppo solido.
  • Fate cuocere un paio di minuti da un late e girate dall’altro.
  • Farcite a piacere.

Passato in camicia, ovvero crema di lenticchie e uova di giornata

PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA (5)

Seconda ricetta del contest “A menu for the Mediterranean diet day” che rientra nella  manifestazione che celebra l’olio nuovo, la OliOliva 2014 del 14-15 e 16 novembre.  Categoria “piatto principale” , che viene dopo la proposta di “antipasto”focaccine di zucca al farro integrale.

Semplice semplice, molto gustosa. Fonte di proteine vegetali e animali. Ideale per celiaci e amanti del cucchiaio.  Ovviamente l’uovo, che rimane essenzialmente crudo, deve essere super fresco e super sicuro.   Le mie uova sono fantastiche  perché provengono da galline di Ceriana che Lina e Mauro fanno mangiare meglio dei cristiani ( ovviamente in pieno clima di politically correct questa affermazione è suscettibile di modifica in “meglio dei musulmani, buddisti, agnostici, studiosi di fisica quantistica ecc.  ecc.)

PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA (7)

Passato in camicia, ovvero crema di lenticchie e uova di giornata

(ig bassissimo, no glutine)

 

Tempi

20/25 minuti

 

Ingredienti

Per due tazze di zuppa
150 gr di lenticchie verdi
1 cucchiaio di dado vegetale
1 spicchio d’aglio
1 foglia di alloro
1 peperoncino
Chiodi di garofano – un po’

 

Per l’uovo in camicia
1 uovo superfresco a testa
1 cucchiaio di aceto bianco
Formaggio grana
Pepe

PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA COLL 1 

Cottura

15 minuti di bollitura delle lenticchie

 

Preparazione

Le lenticchie mi piacciono parecchio e, a differenza di altri legumi, presentano il vantaggio di non richiedere ammollo.

Buttate le lenticchie nell’acqua fredda (sempre fredda per i legumi e mai salata!) alla quale aggiungerete l’aglio, l’alloro, i chiodi di garofano e il peperoncino.  Portate al bollore e lasciate cuocere una quindicina di minuti ( il tempo può variare a seconda del tipo di lenticchia). Due minuti prima del termine spegnete la pentola,  aggiungete il dado (magari quello buono che fate voi) e  lasciate  finire la cottura.

Eliminate l’acqua in eccesso, ma tenetene un po’ da parte se la zuppa risultasse troppo spessa.

Poi immergete il frullatore e mixate fino a far diventare le lenticchie una crema.

 PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA COLL

Nel frattempo mettete sul fuoco un’altra pentolina con acqua salata e acidificata con aceto bianco.

Formate un vortice nell’acqua girando forte con un cucchiaio, rompete un uovo in un piattino e buttatelo delicatamente proprio nel centro del vortice. Continuate a girare o usate  una schiumarola per fare in modo che l’albume avvolga il tuorlo. Tenete d’occhio l’orologio, passati quattro minuti tirate fuori l’uovo e appoggiatelo su un piattino. Cuocete tante uova in camicia quante saranno le scodelle di zuppa.

Versate quindi la crema nelle scodelle e appoggiate su ognuna un uovo.  

Fate un giro d’olio (di Imperia, ovviamente)  e spolverate di formaggio grana. Servite con del buon pane integrale.

banner-food-contest-forum-2014-700x217_thumb300

Polpettone lenticchioso façon polpettone genovese

Polpettone lenticchioso 4

 

Volevo preparare una specie di polpettone vegetale tipo quello genovese (che è composto principalmente da fagiolini e patate).  

Ho optato per usare le lenticchie come ingrediente principale. Cotte in precedenza, magari la sera prima, e ben scolate.  

Il risultato è davvero buono. Ho aggiunto del tofu al  naturale, ma voi potreste scegliere quello affumicato.  Una volta pronto potete mangiare il polpettone freddo o  appena appena scaldato.  Questa ricetta partecipa al contest “Colesterolo cattivo? No grazie!”  indetto dall’Azienda Ospedaliera  Universitaria Federico II di Napoli.


Polpettone lenticchioso

 

Polpettone lenticchioso

 

Tempi

20 minuti per prepararlo + 30 di cottura

Ingredienti

250 gr lenticchie verdi già cotte – peso a crudo
100 gr tofu
1 cipolla
1 pezzetto di sedano
1 cucchiaiata di brodo vegetale
1 uovo
100 gr crusca d’avena + una manciata
50 gr formaggio grana + una manciata
Olio Evo – un po’

Cottura

30  minuti
180 gradi

 

Preparazione

Polpettone lenticchioso 1

Versione tradizionale 

Fate soffriggere la cipolla e il sedano in una padellina con un po’ d’olio.  Aggiungete il tofu tagliato a tocchetti e continuate la cottura.

Quindi date una tritata grossolana al tutto con il mixer.

Versate nella pentola delle lenticchie (già cotte, salate e raffreddate) fate andare sul fuoco alcuni minuti rimescolando ed unendo un cucchiaio di dado vegetale. Lasciate raffreddare.  Poi versate nella pentola l’uovo, la crusca di avena e il formaggio grana  (ad eccezione della manciata che vi servirà dopo).

Rivestite una teglia con carta forno che cospargerete di crusca di avena. Quindi rovesciateci l’impasto, livellatelo col dorso di un cucchiaio bagnato e ricoprite di altra crusca di avena e formaggio grana.

Mettete in forno a 180 gradi per 30 minuti.

Polpettone lenticchioso 2 

 

 

Rivestite una teglia con carta forno che cospargerete di crusca di avena. Quindi rovesciate l’impasto, livellatelo col dorso di un cucchiaio e ricoprite di altra crusca di avena e formaggio grana.

Mettete in forno a 180 gradi per 30 minuti.

 

 Banner colesterolo no grazie

 

Focaccia alla farine di Lenticchie e di Ceci

FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (2)

L’abbinamento farina di lenticchie, farina di ceci non è, come si dice, “farina del mio sacco”. Mi è stato suggerito da Barbara un’amica mia, e del blog “Tre Civette sul Comò”, che ha adoperato questo mix per i cracker che ho pubblicato tempo fa.

Mi sono incuriosita e ho voluta usarlo anche io.

Le lenticchie, assieme ai ceci e alle mandorle sono un trio di alimenti ad ig molto molto basso, e assolutamente  gluten free.

Questa focaccia, quindi,  è uno di quei alimenti da tenere sempre presente per antipasti o per accompagnare pomodori, formaggi,  ratatuia, salumi o quant’altro. Io che amo molto la farinata – ci vivo praticamente –  devo dire che in cottura l’odore dei ceci sovrasta gli altri e sprigiona il tipico profumo delle tavernette che nel pomeriggio sfornano farinate a ritmo continuo. Cioè per lo meno lo fanno qui in Liguria.

Inoltre la farina di ceci abbinata ad un liquido può sostituire l’uovo nelle ricette. Quindi se voi volete una focaccia uovo-free potete togliere l’uovo dalla lista degli ingredienti della focaccia aggiungendo 60 gr di latte di soia alla dose già indicata.

Per quanto riguarda la farina di lenticchie sinceramente non so se si trovi nei negozi, io ho utilizzato il mio buon Bimby e me la sono fatta in autoproduzione. Penso si possa fare altrettanto con un mixer di altra marca.

 

 FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (4)

Focaccia alla farine di lenticchie e di ceci

(senza glutine, senza lattosio, ig bassissimo)

 

Tempi

15 minuti per prepararlo + 20 di cottura

 FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (1)

Ingredienti

100 gr farina di lenticchie
100 gr farina di mandorle – mandorle tritate grossolanamente per me
50 gr farina di ceci
20 gr semi di sesamo + un po’ per la finitura – tostati
30 gr semi di girasole + un po’ per la finitura – tostati
300 ml latte di soia
1 uovo ( oppure no, aggiungendo 60 gr di latte di soia alla dose indicata)
½ bustina di lievito per torte salate – meglio se bio
2 cucchiai di olio EVO + un po’ per la finitura
Erba cipollina – per la finitura
Sale
Pepe

 

Cottura

20  minuti
220 gradi


Preparazione

Ho fatto col Bimby la farina di lenticchie. Velocità 10 per un minuto e venti. Se anche voi optate per la autoproduzione siate più furbi di me: non aprite il coperchio subito dopo aver spento il motore del Bimby…aspettate qualche istante. Eviterete di essere assaliti da una nuvola verde impalpabile!

Mischiate tutti gli ingredienti.

Come sempre prima quelli secchi, molto molto bene, poi aggiungete quelli liquidi.

Rovesciate l’impasto su una placca da forno coperta di carta da forno. Fate un giro di olio sulla superficie, cospargete di semi di sesamo e di girasole e di una spolverata di erba cipollina.

Mettete in forno a 220 gradi per 20 minuti.

FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (3)