Biscotti nocciola e olio Evo (no farina)

Biscotti nocciola e olio Evo (3)

Buon anno amici delle Tre Civette!

Per festeggiare vi proponiamo dei biscotti friabili, leggerissimi, che vanno in coppia con la crema di cioccolato di qualche giorno addietro….

L’avete persa? Niente paura, ecco qua dove potrete recuperarla.

Biscotti nocciola e olio Evo

Ingredienti:

150 ml olio Evo
250 gr nocciole ridotte in farina
1 uovo intero
90 gr zucchero di cocco o altro a basso indice glicemico
Vaniglia
Sale – un pizzico

Cottura:

180 gradi
13 minuti

Biscotti nocciola e olio Evo (1)

Preparazione:

Tritale le nocciole assieme allo zucchero e alla vanillina.

Aggiungete l’olio e l’uovo.

Foderate di carta forno una teglia e distribuite dei mucchietti di impasto  non troppo vicini gli uni agli altri. In cottura si allargano.

Cuocete a 180 gradi per 13 minuti.

Lasciate raffreddare un attimo i biscotti prima di spostarli dalla teglia, altrimenti si sbricioleranno.

Biscotti nocciola e olio Evo (2)

Cialde di cocco con marmellata e pesche

Cialde veg cocco e marmallata (6)

Cialde di cocco con pesche e marmellata
low IG, Veg, glutenfree,
no uova, no farine,no latticini, no lievito, no burro, ig < 35

Le premesse di questo post non sono le migliori:  no uova, no farine,no latticini, no lievito, no burro, ig < 35 …(sento già che state pensando: cavolo ma c’avranno messo qualcosa nel piatto o no?)

C’è una scuola di pensiero nel mondo dei blogger che trattano la cucina e i loro dintorni che odia le ricette con i NO nei sottotitoli, o con i SENZA. E qui ne abbiamo messo parecchi. Da qualche parte saremmo già state bannate.

Ma se non avete dei preconcetti in tal senso, amici delle Tre Civette, allora seguiteci e non ve ne pentirete.

Prendete questa ricetta come un atto di fede e fatela senza pensarci troppo su.  Poi ne possiamo riparlare, ma penso che a quel punto, quando l’avrete nel piatto e poi la porterete alla bocca, sarete completamente dalla nostra parte.

Scommettiamo?

Qui trovate la videoricetta.

Cialde veg cocco e marmallata (5)

Ingredienti:

Per 12 cialde da 8 cm di diametro = 4 dolci completi
130 gr cocco rapè
50 gr farina di ceci
20 ml olio EVO dal sapore non troppo forte
30 gr zucchero integrale di cocco o altro low ig
400 ml acqua
Amaretto – due cucchiai

Marmellata di arance amare low ig (Rigoni di Asiago per me)
1 pesca

Cialde veg cocco e marmallata

Cottura:

180 gradi
25 minuti

Cialde veg cocco e marmallata (2)

Preparazione:

Mescolate gli ingredienti fra loro (prima quelli secchi, poi l’olio, l’amaretto e l’acqua) e lasciate riposare una mezz’oretta.

Stendete le cialde sulla leccarda foderata di carta da forno aiutandovi con un coppa pasta.

Cuocere per 25 minuti a 180 gradi.
Lasciate raffreddare.

Tagliate le pesche.

Appoggiate ad una cialda delle fettine di pesche e un cucchiaino di marmellata.

Formate il dolce sovrapponendo un altra cialda guarnita come la prima e un’altra ancora a chiusura.

Cialde veg cocco e marmallata (4)

Crostata di cocco senza farina, senza lievito

crostata di cocco senza farina

Ho trovato una farina di cocco macinata molto fine e mi è venuta voglia di farne la base per una crostata.  

Il risultato mi è piaciuto assai: è rimasta compatta e morbida, leggerissima… 

Ho usato la marmellata di albicocca, la prossima volta voglio provare un sapore più aspro, tipo mirtilli, arancia amara o uva spina.

 

Tempi

10+ 35 di cottura

Ingredienti

250 gr farina di cocco
70 gr zucchero di cocco integrale
2 uova intere
60 ml olio EVO dal sapore non troppo forte
200 ml latte di soia o di capra
1 barattolo di marmellata – albicocca Rigoni di Asiago per me
1 bicchierino di liquore – amaretto per me

crostata cocco senza farina (4)

Cottura

25 minuti + 10 minuti
160 gradi

Preparazione

Mescolate tutti gli ingredienti in una terrina. 

Foderate con  carta forno una classica teglia da crostata con i bordi bassi.  La mia è di ceramica e misura 30  centimetri di diametro.

Rovesciate l’impasto nella teglia schiacciandolo bene coi rebbi di una forchetta e dando così la forma al bordo esterno che deve risultare un pochino più alzato del fondo.

Infornate per 25  minuti a 160 gradi.

Estraete e distribuite la marmellata sopra la base, quindi rinfornate per altri 10 minuti.

Fatela raffreddare prima di tagliarla. 

crostata cocco senza farina (5)

Maionese veg senza uova

maionese con lecitina (2)

Ecco qui con cosa ci siamo cimentate oggi.

La maionese senza uova, e sapete qual è il bello di questa ricetta? 

Che non c’è rischio di farla impazzire!!! 

Anzi,!  Dovrete solo buttare tutti gli ingredienti nel bicchierone del mixer accendere e via!  Se poi avete a cena un amico vegano …lo farete felice.

Attenzione alla scelta dell’olio, quello farà la differenza. A me piace corposo e forte, ma se amate i gusti più delicati potete adoperare un altro tipo di olio o, addirittura, un olio di semi.

maionese con lecitina

 

Ingredienti

100 ml olio EVO
20 ml acqua
20 gr lecitina di soia
sale – un pizzico
senape – la punta di un cucchiaio

Tempi

3  minuti

maionese con lecitina (1)

Preparazione

Fare ammollare la lecitina nell’acqua per una mezz’ora. Quindi metterla con gli ingredienti nel bicchiere del mixer.

Far frullare per 3/4 minuti.

Torta al cocco (no farina)

torta al cocco

Filastrocca di Capodanno

Filastrocca di capodanno:
fammi gli auguri per tutto l’anno:
voglio un gennaio col sole d’aprile,
un luglio fresco, un marzo gentile;
voglio un giorno senza sera,
voglio un mare senza bufera;
voglio un pane sempre fresco,
sul cipresso il fiore del pesco;
che siano amici il gatto e il cane,
che diano latte le fontane.
Se voglio troppo, non darmi niente,
dammi una faccia allegra solamente.

 Gianni Rodari

torta al cocco (2)
Torta al cocco senza farina
(ig bassissimo, no glutine, no burro)

Tempi
5 minuti + 25 di cottura

Ingredienti
250 gr cocco secco grattugiato
100 gr zucchero di cocco o altro a basso ig
250 yogurt di soia o di capra
3 uova
60 ml olio EVO non troppo forte
½ bustina di lievito, preferibilmente bio
1 bustina vanillina
1 bicchierino di Rum

Cottura
170 gradi
25 minuti

Preparazione

In una terrina mescolate dapprima gli ingredienti secchi, molto bene, affinché il lievito e la vanillina si distribuiscano in modo uniforme.

Quindi aggiungete lo yogurt, le uova, l’olio e il Rum.

Riempite lo stampo precedentemente foderato con carta forno o #immargarinato.

Mettete nel forno a 170 gradi per 25 minuti.

Io l’ho servita con dei riccioli di cioccolato fondente….

 

 

AUGURI e BUON 2015  

da 

Raffaella e le Tre Civette!!!!

 

torta al cocco (1)

Passato in camicia, ovvero crema di lenticchie e uova di giornata

PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA (5)

Seconda ricetta del contest “A menu for the Mediterranean diet day” che rientra nella  manifestazione che celebra l’olio nuovo, la OliOliva 2014 del 14-15 e 16 novembre.  Categoria “piatto principale” , che viene dopo la proposta di “antipasto”focaccine di zucca al farro integrale.

Semplice semplice, molto gustosa. Fonte di proteine vegetali e animali. Ideale per celiaci e amanti del cucchiaio.  Ovviamente l’uovo, che rimane essenzialmente crudo, deve essere super fresco e super sicuro.   Le mie uova sono fantastiche  perché provengono da galline di Ceriana che Lina e Mauro fanno mangiare meglio dei cristiani ( ovviamente in pieno clima di politically correct questa affermazione è suscettibile di modifica in “meglio dei musulmani, buddisti, agnostici, studiosi di fisica quantistica ecc.  ecc.)

PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA (7)

Passato in camicia, ovvero crema di lenticchie e uova di giornata

(ig bassissimo, no glutine)

 

Tempi

20/25 minuti

 

Ingredienti

Per due tazze di zuppa
150 gr di lenticchie verdi
1 cucchiaio di dado vegetale
1 spicchio d’aglio
1 foglia di alloro
1 peperoncino
Chiodi di garofano – un po’

 

Per l’uovo in camicia
1 uovo superfresco a testa
1 cucchiaio di aceto bianco
Formaggio grana
Pepe

PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA COLL 1 

Cottura

15 minuti di bollitura delle lenticchie

 

Preparazione

Le lenticchie mi piacciono parecchio e, a differenza di altri legumi, presentano il vantaggio di non richiedere ammollo.

Buttate le lenticchie nell’acqua fredda (sempre fredda per i legumi e mai salata!) alla quale aggiungerete l’aglio, l’alloro, i chiodi di garofano e il peperoncino.  Portate al bollore e lasciate cuocere una quindicina di minuti ( il tempo può variare a seconda del tipo di lenticchia). Due minuti prima del termine spegnete la pentola,  aggiungete il dado (magari quello buono che fate voi) e  lasciate  finire la cottura.

Eliminate l’acqua in eccesso, ma tenetene un po’ da parte se la zuppa risultasse troppo spessa.

Poi immergete il frullatore e mixate fino a far diventare le lenticchie una crema.

 PASSATO DI LENTICCHIE IN CAMICIA COLL

Nel frattempo mettete sul fuoco un’altra pentolina con acqua salata e acidificata con aceto bianco.

Formate un vortice nell’acqua girando forte con un cucchiaio, rompete un uovo in un piattino e buttatelo delicatamente proprio nel centro del vortice. Continuate a girare o usate  una schiumarola per fare in modo che l’albume avvolga il tuorlo. Tenete d’occhio l’orologio, passati quattro minuti tirate fuori l’uovo e appoggiatelo su un piattino. Cuocete tante uova in camicia quante saranno le scodelle di zuppa.

Versate quindi la crema nelle scodelle e appoggiate su ognuna un uovo.  

Fate un giro d’olio (di Imperia, ovviamente)  e spolverate di formaggio grana. Servite con del buon pane integrale.

banner-food-contest-forum-2014-700x217_thumb300