Biscotti al cioccolato fondente – no glutine, no lattosio, no lievito – ig bassissimo

biscottoni cioccolato (5)

Velocissimi e davvero buoni.

Hanno mille qualità: sono senza glutine, senza lievito, senza lattosio e hanno un indice glicemico bassissimo!

Qui il video

Ingredienti:

100 gr cioccolato fondente
50 gr mandorle sgusciate
50 gr gherigli di noci
30 gr cocco rapè
50 gr zucchero di cocco integrale
1 albume montato a neve
liquore – qualche cucchiaio
aromi  (mix per speculoos per me)

bicottoni cioccolato (4)

Preparazione:

Mettete nel mixer il cioccolato ridotto a quadrotti, e gli altri ingredienti secchi.
Fate frullare alcuni minuti.

Versate il liquore nell’impasto. Montate l’albume a neve e incorporatelo al tutto.

Mescolate con cura.

bicottoni cioccolato (2)

Aiutandovi con due cucchiai posate delle palline di composto su una leccarda foderata di carta forno.

Cuocete a 150 gradi per 35 minuti.

Fate raffreddare.

Eventualmente spolverate con zucchero di canna bianco a velo.

bicottoni cioccolato (3)

Torta di pane raffermo, mele e marmellata low ig

torta di pane raffermo (4)

Se amate le torte non troppo dolci con un sapore “rustico” questa torta fa per voi.  

Lasciate la farina nell’armadio e munitevi di una bella pagnotta integrale della farina che preferite. Io ne ho scelto una di farro, l’ho infilata in un sacchetto e ho fatto finta di dimenticarmene per qualche giorno.

Poi stamattina l’ho ritirata fuori e ho preparato la mia torta.  Sopra ho disposto delle fette di mela e delle belle cucchiaiate di marmellata a basso ig di frutti di bosco.  

Subite anche voi il fascino di cucinare con il pane raffermo? Allora vi consiglio di provare gli gnocchi o la pappa col pomodoro, o ancora i canederli.

torta di pane raffermo (7)

Ingredienti:

300 gr pane integrale raffermo
550 ml latte di soia o mandorla
2 uova intere (110 gr)
100 zucchero a basso ig (cocco per me)
150 gr frutta secca assortita (mandorle, noci, nocciole, uva sultanina)
Olio Evo  – qualche cucchiaiata
2 mele sbucciate
Sale
Aromi (vaniglia, cannella…)
Marmellata a basso ig (frutti di bosco Rigoni di Asiago per me)

torta di pane raffermo (6)

Cottura:

150 gradi
50 minuti

Preparazione:

Tagliate a pezzetti una pagnotta  [ rafferma ] della farina integrale che preferite,  scaldate il latte e versateglielo sopra.

torta di pane raffermo 21
Lasciate che il pane assorba il latte.

Passate nella ciotola del pane ammorbidito il mixer ad immersione, quindi aggiungete le uova, lo zucchero a basso ig (di cocco per me), un pizzico di sale , qualche cucchiaio di olio EVO e gli aromi che più amate.

Io ho messo la punta di un cucchiaio di cannella.

Versate nell’impasto la frutta secca, girate e vuotate in una teglia immargarinata.

Sbattete la teglia un paio di volte sul piano in modo che si assesti, poi tagliate due mele già sbucciate e allineatele sulla superficie.

Versate sopra le mele qualche cucchiaiata di marmellata e spalmatela con il pennello.

Infornate  per 50 minuti a 150 gradi.

Lasciare raffreddare prima di tagliare.

torta di pane raffermo (3)

#fattiunatorta

image027

Lo zampognaro
Se comandasse lo zampognaro
Che scende per il viale,
sai che cosa direbbe
il giorno di Natale?
Voglio che in ogni casa
spunti dal pavimento
un albero fiorito
di stelle d’oro e d’argento”.

Se comandasse il passero
Che sulla neve zampetta,
sai che cosa direbbe
con la voce che cinguetta?
Voglio che i bimbi trovino,
quando il lume sarà acceso
tutti i doni sognati
più uno, per buon peso”.

Se comandasse il pastore
Del presepe di cartone
Sai che legge farebbe
Firmandola col lungo bastone?
Voglio che oggi non pianga
nel mondo un solo bambino,
che abbiano lo stesso sorriso
il bianco, il moro, il giallino”.

Sapete che cosa vi dico
Io che non comando niente?
Tutte queste belle cose
Accadranno facilmente;
se ci diamo la mano
i miracoli si faranno
e il giorno di Natale
durerà tutto l’anno.

Gianni Rodari

image028

#fattiunatorta

(idea regalo a basso ig che prevede amici  volenterosi)

Ingredienti x 1 barattolo di #fattiunatorta

Confezione

1 barattolo di vetro
1 quadratino di stoffa da 12 cm di lato
1 nastrino di preferenza quadrettato lungo cm 30
1 elastico
1 gadget da attaccare al nastrino
1 etichetta autoadesiva
1 foglietto con le istruzioni per l’uso

 

Contenuto

120 gr farina integrale di farro o grano
50 gr cocco disidratato
60 gr zucchero di cocco 
2 cucchiai di lievito per dolci– meglio se bio
1 bustina di vanillina
Noci – una manciata

Preparazione

Riempite il barattolo con gli ingredienti indicati, facendo attenzione a non mischiarli, così che si vedano i diversi colori delle farine e dello zucchero attraverso il vetro. Per ultime mettete le noci.

Chiudete, appoggiate la stoffa sul coperchio, fissatela con l’elastico e finite con il nastrino e il gadget. Compilato l’etichetta autoadesiva e applicatela sul barattolo.

Scrivete sul foglietto che allegherete gli ingredienti e le istruzioni che occorrono a completare la torta e cioè:

  • 2 uova
  • 250 gr yogurt bianco di soia o di capra
  • 4 cucchiai di olio EVO dal sapore non troppo forte
  • cuocere per 30 minuti a 170 gradi

Torta di mele della vigilia di Natale

torta di mele

L’albero dei poveri

Filastrocca di Natale,
la neve è bianca come il sale,
la neve è fredda, la notte è nera
ma per i bambini è primavera:
soltanto per loro, ai piedi del letto
è fiorito un alberetto.
Che strani fiori, che frutti buoni
Oggi sull’albero dei doni:
bambole d’oro, treni di latta,
orsi dal pelo come d’ovatta,
e in cima, proprio sul ramo più alto,
un cavallo che spicca il salto.
Quasi lo tocco… Ma no, ho sognato,
ed ecco, adesso, mi sono destato:
nella mia casa, accanto al mio letto
non è fiorito l’alberetto.
Ci sono soltanto i fiori del gelo
Sui vetri che mi nascondono il cielo.
L’albero dei poveri sui vetri è fiorito:
io lo cancello con un dito.

Gianni Rodari

torta di mele (1)

Torta di mele della vigilia di Natale

(ig basso, no burro)

Tempi

15 minuti + 40 di cottura


Ingredienti

500 gr mele sbucciate
80 gr farina integrale di farro o grano
220 ml latte di soia o di capra
60 gr zucchero di cocco
2 uova intere
1 arancia bio – la buccia
1 bicchierino di amaretto
Noci – una manciata
Margarina – una ditata

 

Cottura

160 gradi
40 minuti

 

Preparazione

Tagliate le mele a fettine, mettetele in un recipiente a riposare mescolandole bene con lo zucchero e l’amaretto.

Formate un impasto liquido con il latte, la farina, le uova e pezzetti di buccia di arancia.

Lasciate riposare entrambe le preparazioni una mezz’oretta.
Quindi ungete il fondo di una teglia, appoggiateci sopra le mele, versate il sughetto che si sarà formato sul fondo nell’altra terrina, mescolate e versate il tutto sulle mele.

Buttateci sopra qualche noce.

Infornate per 40 minuti a 160 gradi.

Lasciate al fresco prima di consumare.

torta di mele (2)

Antipasto Tre Civette frutta & verdura

insalata

Fantastico antipasto che include  frutta fresca e secca e verdura  di stagione con un tocco di formaggio.

Pera, mela, arancia, noci e poi finocchio, indivia belga e sedano…

Questa insalata a mio parere è un ottima apri-pranzo o antipasto che dir si voglia. E’ colorato, fresco al palato e ci può dar modo di sbizzarrire la nostra creatività.

Infatti potete servirlo nelle classiche coppette da macedonia, ma anche nei bicchieroni da aperitivo e, perché no, in piccoli barattoli di conserva, uno per ogni commensale, poggiati sul piatto dell’antipasto.

Avete visto la foto qui sopra? Non è bellissima?

L’ha fatta Nadia Costacurta maga del riciclo creativo, e vi dirò che la mia insalata dopo essere stata nel suo studio fotografico (dove aveva persino una truccatrice personale e un addetto stampa) non è più voluta tornare nella mia cucina….sigh!

Nadia_fotoapprovatexebook (2)

Antipasto Tre Civette frutta & verdura

Tempi

15 minuti

 

Ingredienti x 4 persone

1 finocchio
1 indivia belga
2 coste di sedano
3 arance  (di cui una solo succo)
1 mela  (Annurca per me)
1 pera
Noci – una manciata
Semi di zucca – una manciata
150 gr emmenthal
Sale
Olio EVO
 

 Preparazione

Lavate e tagliare la frutta e la verdura, conditela con olio, sale e il succo di un’arancia.

 Tagliate l’emmenthal a pezzetti, sgusciate le noci e aggiungere al resto degli ingredienti.

 Lasciate nel frigo un paio d’ore.

 Servite in coppette, o nei barattoli di conserva.

insalata di natale

Barretta energetica wake up (senza cottura )

BARRETTA WAKE UP

La barretta di oggi è un sostituto della colazione.  

E’ l’ideale per chi si alza e non ha voglia di affrontare tazzoni fumanti riempiti fino all’orlo, cumuli di fette biscottate, e marmellate, succhi, brioche…o, tanto meno, uova e prosciutto!

Con la barretta wake up, seguita da un bel bicchierone di acqua, mettete in moto l’organismo: le prugne e le noci attivano l’intestino, il caffè stimola il cervello…ed è una scorta di zuccheri buoni.

Non necessita di cottura, ma solo di una nottata al fresco.

 

BARRETTA WAKE UP (3)

Barretta energetica wake up alle prugne e caffè

(no cottura, no lattosio, no glutine,)

 

Tempi

5 minuti per prepararla + una notte di riposo

 BARRETTA WAKE UP (2)

Ingredienti
Per cinque barrettine
200 gr prugne snocciolate
100 gr gherigli di noci
1 cucchiaio di caffè solubile

 

 Preparazione

Infilate gli ingredienti nel mixer, fate frullate alcuni istanti. Le prugne  si cementificheranno con il resto degli ingredienti. Foderate dei piccoli stampi di carta da forno e riempiteli con delle cucchiaiate di impasto.

Schiacciate bene.

Fate riposare in frigo una notte in modo che il caffè solubile venga assorbito dalla componente umida delle prugne. Foderate le barrette una per una con carta forno.

 BARRETTA WAKE UP (1)