Orzo di Natale al latte di mandorla (Julgrot a modo nostro)

orzo-di-natale-al-latte-di-mandorla-1

Questo dolce natalizio è la versione TRE CIVETTE SUL COMO’ del più famoso Julgrot svedese.

Nel servirlo abbondate di buccia d’arancia e cannella: si sprigionerà un profumo delizioso che conquisterà i vostri ospiti ancora prima che le ciotole di Orzo di Natale raggiungano la tavola.

orzo-di-natale-al-latte-di-mandorla-4

Ingredienti

Dose per 6 porzioni di dolce
200 g orzo decorticato
400 ml latte di mandorla
800 ml acqua
100 g zucchero di cocco o altro a basso ig
2 mele
Cannella

Per finire
1 arancia bio
40 g pinoli
Cannella
Zucchero di cocco o altro a basso ig

Cottura
50 minuti

orzo-di-natale-al-latte-di-mandorla-5

Preparazione

  • Buttate l’orzo nell’acqua bollente e aggiungete il latte di mandorla.
  • Fate cuocere 40 minuti a fuoco dolce mescolando di tanto in tanto. Nel caso occorresse aggiungete altra acqua calda.
  • Sbucciate e tagliate a pezzetti le mele, aggiungetele all’orzo assieme allo zucchero e a un pizzico di cannella, quindi fate terminare la cottura per altri 10 minuti.
  • Non preoccupatevi se dovesse essere ancora un po’ liquido, si rapprende raffreddandosi, benché rimanga sempre un dolce al cucchiaio e non rassodi del tutto.
  • Lasciate intiepidire e fare raffreddare nel frigo per un paio d’ore.
  • Quindi servitelo nelle tazze o nei piattini, guarnendolo con pinoli tostati, buccia d’arancia, cannella e un’altra spolverata di zucchero.

Pere e cipolle caramellate

Ingredienti
2 cipolle
1 pera
1 cucchiaio di pinoli
½ bicchiere di aceto balsamico
2 cucchiai di zucchero integrale di cocco o di canna
Sale
Olio EVO

Preparazione
Sbucciate le cipolle e tagliatele a metà. Sbucciate e riducete a pezzetti la pera, avendo cura di tenere attaccato il picciolo.
Fate cuocere a vapore le cipolle e la pera con acqua salata per 20 minuti.
Quindi passateli in padella con sale, olio, zucchero e pinoli. Rosolate per cinque minuti, versate l’aceto, fate sfumare e terminate la cottura per altri cinque minuti.

Servite caldo o tiepido.

Tatin alle borretane in agrodolce e pinoli tostati

Tatin di borretane e pinoli (5)

Ingredienti

Pasta brisée
Dose per 8 tortine da 9 cm di diametro
270 gr farina di farro integrale
100 ml olio Evo  (freddo di frigo)
100 ml di acqua (fredda di frigo)
Sale – un pizzico

Ripieno
200 gr cipolline borretane
20 gr pinoli
2 cucchiaini di zucchero di cocco
4 cucchiai aceto balsamico di Modena
30 ml olio Evo

Qui il video della ricetta

Tatin di borretane e pinoli (6)

Preparazione

Un’ora prima di impastare mettete in frigo (anche nello stesso contenitore tanto non si mescolano fra loro) l’olio Evo e l’acqua.  Quando  saran ben freddi impastateli con la farina e il sale, velocemente. Se lo avete sotto mano adoperate il mixer. 

Quindi avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare nel frigo una mezz’ora.

Tatin di borretane e pinoli

Fate saltare in padella una decina di minuti le cipolline borretane con l’olio Evo.
Sfumate con aceto balsamico.

Aggiungete lo zucchero, mescolate un paio di minuti e spegnete.

Rosolate i pinoli.

Tatin di borretane e pinoli (2)

Foderate con carta forno il fondo degli stampi circolari avendo cura di ungerli preventivamente di margarina, cosicché la carta non si sposterà mentre li farcirete.

Distribuite nelle teglie le cipolline raffreddate e i pinoli.

Tirate la pasta col mattarello. Tagliate dei cerchi grandi quanto le teglie.  

Appoggiate le circonferenze di pasta sopra le cipolline.

 

Tatin di borretane e pinoli (3)
Fate cuocere per 15 minuti a 160 gradi.

Estraete dal forno e capovolgetele immediatamente sul piatto da portata.

Eliminate delicatamente la carta forno.

Servite tiepide, con una crema di tofu morbido o un formaggio cremoso.

Tatin di borretane e pinoli (4)

Bergamotto in insalata con pinoli, mele e cipollotto di Tropea

bergamotto in insalata (2)

Ricordate i bergamotti calabresi che mi sono arrivati l’altro giorno?  

Ne avevo ancora un paio e ho deciso di utilizzarli per un antipasto dei miei soliti: le insalate frutta&verdura.

E’ stato un esperimento, non avevo la minima idea di cosa sarebbe venuto fuori, e non ero certa che l’esperimento avrebbe portato a una ricetta da postare sul blog. Anche perché ogni ricetta che pubblico deve passare il vaglio delle tre pennute che sono intransigetisssssime.

Ed ecco a voi quello che è saltato fuori.

Vi dirò una cosa, che oltre ad essere un ottimo antipasto potrebbe dividere due portate pesantucce, a mo’ di sorbetto….provate, provate…

Questa ricetta partecipa al contest “Dieta Mediterranea? Sì grazie” indetto dall’Azienda Ospedaliera Federico II di Napoli

bergamotto in insalata (3)Bergamotto in insalata con pinoli, mele e cipollotto di Tropea

(senza glutine, senza grassi, senza zuccheri, IG bassissimo)

Ingredienti

per cinque persone-abbondante
1 bergamotto
1 arancia – il succo
1 mela
1 finocchio
1 cipollotto di Tropea
1 costa di sedano
1 manciata di pinoli
olio EVO
sale

Tempi

10 minuti

bergamotto in insa coll (1)

Preparazione

Saltate in padella i pinoli per tostarli.

Spremete l’arancia, spellate a vivo il bergamotto e tagliatelo a pezzetti.

Sbucciate la mela, lavate e tagliare le altre verdure. Mescolate il tutto e aggiungete i pinoli.

Condite con olio, sale e succo di arancia.  

Sbizzarritevi a servirlo in coppette di coccio colorate, oppure nei bicchieri da aperitivo


bergamotto in insa coll

2016 csontestdietamediterranea_banner