Medaglioni veg di quinoa, con pomodori e cipolline #iomangioinufficio

In questi giorni, chi più chi meno, siamo tutti tornati operativi dopo il lungo periodo delle feste natalizie.
Alle civette sembrava giusto dare uno sprint a chi consuma il pranzo in ufficio e cerca sempre nuovi suggerimenti e, guarda un po’, abbiamo giusto un’idea azzeccatissima.
Dovete sapere che Bofrost, nota azienda specializzata nella vendita di surgelati a domicilio, , mi aveva contattato prima di Natale per propormi di assaggiare i prodotti, dandomi una vasta tipologia di scelte, e che le civette avevano deciso di provare i prodotti vegetariani. 🙂
Ed ecco che dopo la Befana è arrivato il mega pacco assaggio di ricette vegane e vegetariane Bofrost.
Devo dire che io parto prevenuta con i piatti pronti surgelati perché a volte hanno dei sapori un po’ confusi ma, vista la gentilezza dell’azienda e la comodità di ricevere il pacco a domicilio, ho voluto provare tutto con calma e obbiettività per dare un giusto riscontro ai prodotti.
Prima cosa ho assaggiato le crespelle vegane fatte con grano saraceno e farcite al radicchio, poi la pizza vegetariana e poi ancora gli spinaci filanti e via via tutti gli altri prodotti.
E dunque?
Il responso è che ho trovato tutto davvero ottimo, con un buon bilanciamento di sapori, senza tonnellate di salse che coprono la ricetta. Tutti contenti, soprattutto le civette che proprio ora si stanno scaldando l’ultima pizza rimasta.
Per tornare al pranzo in ufficio, uno degli assaggi di Bofrost erano i medaglioni di quinoa. Appena li ho mangiati ho pensato che fossero l’ideale per questa rubrica.
Di seguito pubblico la mia proposta di abbinamento dei medaglioni di quinoa: una ricetta sana e super veloce, in pratica si cuoce da sola!
Potete prepararla anche mentre vi state rilassando sul divano nel dopocena o vi occupate di altre faccende. Basta mettere nel forno due bei medaglioni di quinoa Bofrost, delle verdure e il gioco è fatto! Tutto pronto per affrontare una pausa insolita e vegetariana!

Qui le altre proposte #iomangioinufficio

Ingredienti per un pasto
2 medaglioni di quinoa Bofrost
100 g pomodori datterini
100 g cipolline borretane
Olio Evo q.b.
Sale
Aceto balsamico

Cottura
30 minuti
220 gradi

Preparazione

Foderate una teglia capiente con un foglio di carta forno.
Appoggiateci i medaglioni, ancora congelati.
In un angolo sistemate pomodori e cipolline.
Fate scendere su tutti gli ingredienti un filo d’olio.
Salate.
Infornate a 220 gradi.
Dopo 10 minuti girate i medaglioni.
Passati altri 10 minuti togliete i medaglioni dal forno.
Fate terminare la cottura alle verdure.
Irrorate di aceto le cipolline.
Lasciate raffreddare, riponete tutto nel vostro lunch box.

Aggiungete un frutto o uno yogurt e buon appetito!

Cake Halloween – quinoa e zucca! ig bassissimo

cake-quinoa-e-zucca-4

Tutto pronto per domani sera? Spero di sì, nel frattempo eccovi una cake di zucca – gluten free.

La base di queste tortine salate è versatile e la potete farcire come vi pare, oppure adattare a una teglia più grande. In questo caso raddoppiate le dosi.

happy-halloween-free

Ingredienti:

Dosi per 4 cake da 9 cm di diametro

Base
50 g quinoa
2 cucchiaini di senape
1 albume

Farcia
150 g zucca
50 g ricotta di capra o di pecora
1 tuorlo
20 g Olio Evo
Pepe
Formaggio grana grattugiato

Cottura

170 gradi
10 + 20 minuti

Preparazione:

Fate cuocere la quinoa in acqua salata per 12/15 minuti e lasciatela gonfiare a fuoco spento per altri 10 minuti. Scolatela.

In una terrina versate la quinoa cotta e raffreddata, l’albume e la senape.

cake-quinoa-e-zucca-1

Amalgamate il tutto e versate in quattro formine tonde che avrete precedentemente foderato con una sagoma di carta forno.

Schiacciate bene il composto sul fondo aiutandoci con il dorso di un cucchiaio e infornate a 170 gradi per 10 minuti.

Nel frattempo tagliate la zucca a pezzettini, amalgamatela con la ricotta, l’olio Evo e il tuorlo.

cake-quinoa-e-zucca-2

Estraete dal forno le basi e dividete la farcia nelle quattro formine. Spolverate con abbondante parmigiano e con pepe.

Infornate per altri 20 minuti a 170 gradi.

cake-quinoa-e-zucca

Barretta energetica quinoa e pomodori secchi

BARRETTA QUINOA E POMODORI SECCHI (2)

Ecco qui un’altra barretta energetica salata. Può assomigliare alla barretta mediterranea che ho pubblicato tempo fa.

Questa è a base di quinoa, quindi senza glutine.Come tutte le altre è un comodo spezzafame salutare.

Ho prima tostato la quinoa e l’ho ridotta in farina, poi ho mescolato le verdure, l’olio e il latte di soia. Ovviamente voi potete fare una miriade di varianti in tema di aggiunte vegetali.

La quinoa si sposa benissimo con tute le verdure. 

BARRETTA QUINOA E POMODORI SECCHI

Barretta energetica quinoa e pomodori secchi

(ig bassissimo, no uova, no glutine)

Tempi

5 minuti per prepararle + 20/25 minuti di cottura

 

Ingredienti

150 gr quinoa
pomodori secchi – una manciata
sedano – una costa
erba cipollina
olio EVO – un cucchiaio
latte di soia – quanto basta

BARRETTA QUINOA E POMODORI SECCHI (1)

Cottura

180 gradi
20/25 minuti

Preparazione

Mettete la quinoa in una padella antiaderente.  Fatela tostare per bene muovendo spesso la padella (quantificando il “per bene” direi 4/5 minuti).  Toglietela dal fuoco e lasciate raffreddare.  

Quindi riducetela in farina con un mixer (bimby per me).  

Tritate con il mixer anche i pomodori secchi e il sedano a pezzetti. Unite il tutto mescolando con cura la farina di quinoa tostata con le verdure e aggiungete l’erba cipollina, l’olio e il latte di soia. Deve rimanere un composto fermo, come fosse una frolla. #sandwicciatelo tra due strati di carta forno, eliminate il superiore e infilatela nel forno caldo a 180 gradi.  

Tagliatela a barrette.

BARRETTA QUINOA E POMODORI SECCHI (4)

Tortino caldo allo zucchino trombetta e quinoa

Tortino di zucchini trombetta e quinoa (6)

Semplici e davvero buoni.

Se tiepidi ancora di più, ma nel caso si freddassero niente paura, finirebbero in un attimo lo stesso. In questo tortino la differenza la fa lo zucchino trombetta che è tutta polpa, ed ha un sapore molto rotondo.

A chi ama i sapori più forti consiglio di sostituire il parmigiano con il pecorino stagionato.

 Tortino di zucchini trombetta e quinoa

Tortino caldo allo zucchino trombetta e quinoa

(senza glutine, ig bassissimo)

 

Tempi

15 minuti per prepararlo + 20 di cottura

 

Ingredienti

Per 4 tortini
zucchino trombetta (misura extralungo come nella foto)
2 uova
40 gr quinoa
30 gr formaggio grana grattugiato
Sale
Pepe
Timo
Maggiorana
Aglio
Olio EVO
Margarina

 

Tortino di zucchini trombetta e quinoa (1) 

Cottura

20  minuti
180 gradi

Collage Tortino zucchini trobetta e quinoa (2)

Preparazione

Lavate lo zucchino, tagliatelo a cubetti e fatelo saltare in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio.

Quindi aggiungete la quinoa, fatela rosolare e versate due mestolate d’acqua tiepida. Dopo dieci minuti spegnete e coperchiate la padella.

In una terrina sbattete le uova col sale, il pepe, il timo, la maggiorana e il formaggio grana.

Collage Tortino zucchini trobetta e quinoa (3)

Preparate le piccole teglie: ritagliate con la carta forno delle sagome del fondo,  #immargarinatele sia sul fondo che sui bordi, poi appoggiate la sagoma di carta forno sul fondo.  In questo modo, una volta cotte, per staccare i tortini basterà passare un coltellino sui bordi e capovolgerle.

In caso contrario potreste avere delle difficoltà ad estrarli integri…l’accoppiata “uovo-formaggio” forma una malefica miscela apparentata con il cemento a pronta presa.

Quindi rovesciate il contenuto della terrina nelle  piccole teglie rivestite,  distribuendo il composto in ognuna di esse.

Cuocete per 20 minuti a 180 gradi.

Tortino di zucchini trombetta e quinoa (5)

 

Quinoa in pudding + salsa all’arancia

pudding - arance

La quinoa  prende frequentemente il posto  del chicco di riso nelle ricette salate, quindi perché no, oggi la provo in quelle dolci.  Infatti questo è un classico pudding che prevederebbe un riso stracotto nel latte e zucchero,  con l’aggiunta di uova ecc ecc.  

Con le dovute sostituzioni  (e aggiunte) salta fuori la ricetta che vi presento: una quinoa che si sposa con le mandorle, le nocciole, il cioccolato fondente, l’arancia, e se vi va, si accompagna a una composta di mele senza zucchero

Come vedete dalle foto ho usato una quinoa integrale perché è più “colorata” della classica, ma va benissimo qualsiasi tipo.

pudding cotto

Quinoa in pudding con salsa all’arancia

(e composta di mele – opzionale)

 

Tempi

15 minuti per il pudding + la cottura  e 10 minuti per la salsa

pudding - quinoa che cuoce

Ingredienti

Pudding
100 g quinoa
15 g  fruttosio + 1 pizzico

50 gr farina di nocciola
20 gr scaglie di cioccolato fondente al 70% di cacao
4 cucchiai di crema di mandorle
2 uova intere

Arancia bio –  la buccia a pezzetti

 Salsa all’arancia
6 cucchiai di sciroppo di agave
8 cucchiai di succo di arancia

pudding - impasto 

Cottura

40 minuti
180 gradi

Preparazione

Fate cuocere la quinoa in poca acqua con un pizzico di fruttosio, scolatela e fatela raffreddare. Quindi versatela in una terrina, aggiungete gli altri ingredienti e mescolate per bene.  Rivestite una teglia da plumcake con un vestito su misura in carta da forno. Versate l’impasto e livellatelo col dorso di un cucchiaio bagnato.

Cuocete  a 180 gradi, per 35 minuti.

Preparate la salsa: spremete le arance, mescolate il succo con  lo sciroppo d’agave  e fateli sobbollire in una pentolina sul fuoco per alcuni minuti.  Poi tirate fuori dal forno il pudding,  versategli la crema all’arancia ancora bollente e lasciate assorbire fino a che il dolce non si raffreddi.

Servite il pudding tagliato a fettine, accompagnato da una composta di mele senza zucchero.

pudding - salsa inglese

Pancake di quinoa al cipollotto di Tropea

 

Pancake di quinoa

Il 2013 è stato proclamato dalla FAO come l’anno della quinoa, riconosciuta  come alimento ad altro valore nutritivo. Ma a differenza di quello che si possa pensare, la quinoa non è un cereale, ma una pianta erbacea diffusissima nel Sud America, appartenente alla famiglia degli spinaci, e quindi priva di glutine.  Il suo indice glicemico è 35 se in grani, 40 se in farina. 

La quinoa è versatile, come il riso (che però ha un indice glicemico decisamente più  elevato, soprattutto se di tipo parboiled o se cucinato troppo a lungo) , la si può cucinare sia in preparazioni dolci che in quelle salate.  In questo pancake è perfetta,  una volta addentato sembra di mangiare una versione leggera di un arancino di riso….

pancakes di quinoa

 

Pancake di quinoa al cipollotto di Tropea

(senza uova, senza glutine)

Tempi

15 minuti per bollire la quinoa + 5 per l’impasto + 10 cottura in padella

quinoa per pancake

Ingredienti

Dose per 15 pancakes
80 gr quinoa  (peso a crudo)
50 gr farina di ceci
100 gr acqua
1 cipollotto di Tropea
Formaggio grana, un po’ – grattugiato
Sale, un pizzico
Olio Evo – anche no se avete una buona padella antiaderente

 Cottura

In padella

impasto per pancake di quinoa

Preparazione

Sciacquate e fate bollire la quinoa come fosse del riso per 15 minuti circa, è cotta quando i chicchi da bianchi diventano trasparenti.

Qualcuno la cuoce in acqua fredda, in un volume d’acqua pari al doppio del volume  dei chicchi, coprendo la pentola per farle assorbire tutta l’acqua.

pancakes di quinoa che cuocione

Mentre la quinoa fa il suo dovere e cuoce,  pulite il cipollotto, tagliatelo a rondelle  e preparate la pastella con l’acqua, la farina di ceci, il formaggio grana e il sale.

Unite la quinoa cotta,  scaldate la padella  (con o senza un filo d’olio a seconda del rivestimento) e fate scendere la pastella a cucchiaiate, formando dei pancake.  Un paio di minuti e girateli.