Minicake alle more (e crusca di avena)

Minicake alle more (2)

I minicake di oggi sono tanto buoni (anzi buonissimi mi correggono le Tre Civette) quanto salutari. Cosa c’è di meglio per chiudere in bellezza il nostro menù conviviale?

Come per il semifreddo che li precede anche qui  i frutti di bosco la fanno da padroni.  Le more, asprigne, ridotte in purea ricoprono i minicake e poi  si scoprono intere tagliando i dolcini.

L’impasto di base è una torta allo yogurt, morbida e ben lievitata, alla quale ho sostituito la classica farina con crusca di avena e cocco (più salutari, più profumati, a ig bassissimo).  L’aroma della bagna al limone e liquore fanno il resto.  

Questa è una classica torta che ha molto successo con i più piccoli (data la semplicità dell’impasto la potreste preparare assieme…) e di sicuro non c’è modo più dolce di far mangiar loro la crusca e lo yogurt. 

 Minicake alle more

Minicake alle more (e crusca di avena)

(no lattosio, ig bassissimo)

 

Tempi

10 minuti per prepararli + 20 di cottura

 Minicake alle more (1)

Ingredienti

Per i 9 minicake
250 gr more
1 pot di yogurt di soia o di capra
2 pot di crusca d’avena
1 pot di cocco grattugiato
2 uova
½ pot di olio
½  pot sciroppo d’agave
½ pacchetto di lievito per dolci, meglio se bio
Margarina + crusca per gli stampi

 

Per la bagna
250 ml acqua
1 limone – il succo
3 cucchiai di sciroppo di agave
1 bicchierino di liquore (Amaretto di Saronno x me) niente paura per i più piccoli, la parte alcolica evapora in cottura.

 

Per la copertura
200 gr more
2 cucchiai di sciroppo di agave

 Minicake alle more (4)

 

Cottura
20  minuti
160 gradi

 

Preparazione

Minicake: Mettete tutti gli ingredienti della torta in una terrina mescolando per bene fra loro  prima quelli secchi  (per dar modo al lievito di distribuirsi) e poi aggiungete quelli liquidi.

 #immargarinate gli stampini da minicake e cospargeteli di crusca. Versate una cucchiaiata di impasto in ogni stampo, buttateci sopra qualche mora  e ricoprite con altro impasto.  Infornate   20 minuti a 160 gradi.  

Bagna: In un pentolino riunire gli ingredienti per la bagna, mettere sul fuoco e fare sobbollire una decina di minuti.

Copertura: In un pentolino fate cuocere a fuoco basso per pochi minuti le more con lo sciroppo d’agave. Schiacciatele con la forchetta e fate intiepidire.

Minicake alle more (3)

Passati  i venti minuti tirate fuori dal forno i minicake (fate la prova dello stuzzicadenti per accertarvi che siano perfettamente cotti), versategli sopra la bagna ancora calda, lasciatela assorbire alcuni istanti (evaporerà quasi subito), quindi estraete i dolcini dalle forme e cospargeteli di purea di copertura.

Lasciate raffreddare.

Minicake alle more (5)

Minimuffin di fragole e okara Kkvkvk #56 (e cioccolato fondente)

Minimuffin alla fragola e okara kkvk (1)

L’amica Sandy del blog Cuisine et Cigares mi ha lanciato la sfida: partecipare ad un concorso indetto dal blog La fourmi Elé (Eléonore) dal nome impronunciabile  “KKVKVK”  (acronimo di KiKiVeutKiVientKuisiner) e dal tema FRAGOLE.

UN ALTRO CONCORSO!?! Direte voi stupiti, e anche io! Insomma ci siamo appena buttati alle spalle quello dei muffin-repas! Ricordate?

No no, mi sono detta, non se ne parla.

Ma le care civette non hanno voluto sentire ragione, hanno preso a protestare: volevano partecipare as-so-lu-tis-si-ma-men-te!

Hanno cominciato a sbattere le ali, a sgranare gli occhi, a saltellare qua e là per la cucina…(Loro tre vanno matte per i concorsi.)

Aiuto!!!

Non potevo non assecondarle.  Vi pare?

Inoltre ho appena comprato una teglia per minimuffin che volevo inaugurare.  Dunque mi sono messa all’opera. Ho assemblato un minimuffin morbido da tenere al fresco, a base di fragole, cioccolata e okara di nocciole.

Piacerà alla fourmi Elé?

Non ci resta che aspettare il responso.

(—>au fond de l’article la version en français)

   Minimuffin alla fragola e okara kkvk

Minimuffin di fragole KKVKVK #56

(no glutine, no uova, no lievito, no lattosio, ig bassissimo)

Tempi

15 minuti per prepararlo + 30 di cottura  

Minimuffin alla fragola e okara kkvk (5) Ingredienti

Dose per 24 minimuffin
120 gr okara di nocciole
120 gr cioccolato fondente al 70 % di cacao
180 gr fragole pulite
60 gr granella di nocciole
5 cucchiai di sciroppo d’agave
1 cucchiaio di yogurt di soia    

Cottura

30  minuti
150  gradi  

Preparazione

Lavate e tagliate le fragole a pezzetti. Riducete il cioccolato a quadretti e infilatelo nel mixer. Tritatelo, ma lasciatelo meno fine della polvere di cacao. Mischiate l’okara di nocciole con l’agave, la granella di nocciole e lo yogurt di soia. Aggiungete le fragole e il cioccolato. Amalgamate il tutto.Minimuffin alla fragola e okara kkvk (4)

Versate in ogni pirottino una cucchiaiata di impasto e infornate a 150 gradi per 30 minuti.

Appena tolti dal forno sono molletti, ma lasciateli raffreddare, infilateli nel frigo e assaggiateli dopo 6/8 ore.

 

Il piatto nella foto è della scuola di Deruta

   kkvkvk56-logo

Minimuffin de fraise et okara de noisette

 (Pas de gluten, sans oeuf, sans levure, sans lactose, IG bas)

Alors Sandy, ça y est, la version en français de mes minimuffins.

C’est tout moelleux.

C’est goûteux.

C’est simple. Minimuffin alla fragola e okara kkvk (3)

Temps

15 minutes pour le préparer + 30 de cuisson

Ingrédients pour 24 muffins
120 gr de okara (de noisette)
120 g de chocolat noir (70% de cacao)
180 g de fraises propre
60 gr de noisette hachées

5 cuillères à soupe de sirop d’agave
1 cuillère à soupe de yaourt de soja

Cuisson

30 minutes 150 degrés

Préparation

Laver, équeuter les fraises et les couper en quatre. 

Réduire le chocolat en carrés et  le mixer grossièremen dans le bol d’un mixer.

Dans un autre bol mélanger la okara de noisettes, le sirop d’agave, les noisettes et le yaourt de soja. Ajouter les fraises et le chocolat. Répartir la pâte dans les 24 caissettes à minimuffins

Préchauffer le four à 150°C. Enfourner les minimuffins pour 30 minutes.

Laisser refroidir e mettre au frais au moins 6/8  heures.

Minimuffin alla fragola e okara kkvk (2)

Simil-cheesecake “Non sono zuccherosa”

SIMIL CHEESE CAKE NON SONO ZUCCHEROSA (5)

Oggi bisogna festeggiare! Quindi ho fatto una bella torta di fragole, a ig bassissimo (c’è da non crederci ma davvero nessun ingrediente adoperato per il dolce nella foto supera i 35  ig!!!).

 Dunque dicevo ho fatto la torta per festeggiare…ma festeggiare cosa?

 

Ta taaaaa…..rullo di tamburi….

 SIMIL CHEESE CAKE NON SONO ZUCCHEROSA (4)

Da oggi sulla rivista online BLUECULT  Tre Civette sul Comò” avrà uno spazio-  blog  denominato “Non sono zuccherosa”, come suggerito dalla redazione stessa, e che certamente si riferisce al fatto che con le mie ricette non si alza l’indice glicemico, mica al mio dolce caratterino…

Cos’è  e come nasce BLUECULT.IT?

 

È [cit.] “La piattaforma web che racconta la cultura a 360°, dall´arte al teatro, dalla musica al cinema, ai grandi personaggi. Nato dal patrimonio quinquennale di “Blue Liguria”, Blue Cult sconfina al di fuori dei confini regionali, per approfondire i temi caldi, le mostre, le ultime tendenze, attraverso foto, video e news, in italiano e in inglese. Ampio spazio hanno le rubriche fisse, alla scoperta di itinerari, gite per bambini, gusto, mode e made in Italy. Ricco il bagaglio di firme,….”  e di ricette a basso ig, aggiungo io.  Quindi da oggi mi trovate qui.

   SIMIL CHEESE CAKE NON SONO ZUCCHEROSA (6)

Simil-cheesecake  NON SONO ZUCCHEROSA

(gluten free, ig bassissimo, no lattosio, no lievito)

Tempi

15 minuti per prepararlo + 15 di cottura della base + la refrigerazione  

Ingredienti

Base

2 uova
60 gr fruttosio
80 gr farina di mandorle
Zest di limone  

Crema fragolosa

250 gr fragole
80 gr fruttosio
250 gr yogurt di soia o capra
1 cucchiaino di agar agar  (o cinque fogli di colla di pesce)  

Top fragoloso

200 gr fragole
20 gr fruttosio  

Cottura (della base)

15  minuti 180 gradi  SIMIL CHEESE CAKE NON SONO ZUCCHEROSA - COLLAGE Preparazione

Base Tritate le mandorle, oppure no se avete trovato la farina di mandorle già pronta, aggiungendo nel mixer il fruttosio e lo zest di limone.  Poi mescolate il tutto con i tuorli d’uovo.

Montate i bianchi a neve, e incorporateli delicatamente agli altri ingredienti. Fate un vestitino di carta da forno ad una teglia e cuocete 15 minuti a 180 gradi. Usate una teglia col fondo apribile e che abbia bordi abbastanza alti: in questo contenitore finirà di formarsi il dolce. La mia ha un diametro di 20 centimetri.

Quando la base sarà cotta, tiratela fuori, staccate dalla carta e fatela raffreddare.

 SIMIL CHEESE CAKE NON SONO ZUCCHEROSA (10)

Crema fragolosa Lavate le fragole,  tagliatele a pezzetti e mettetele a cuocere a fuoco dolce per qualche minuto, aggiungendo il fruttosio e, in ultimo, l’agar agar (o i fogli di colla di pesce ammollati).  Fate raffreddare un po’, poi frullate con un mixer ad immersione.

Rovesciate in una terrina la purea di fragole, aggiungete lo yogurt e date di nuovo un colpo di mixer…tanto ce l’avete già in giro per la cucina sporco di fragole…

Preparate un altro vestitino per la teglia, appoggiate sul fondo la base raffreddata e versateci sopra la crema di fragole e yogurt. Mettete in frigo. Se avete optato per la colla di pesce sarà pronta e solida in un paio di ore, invece con l’agar agar ci vorrà più tempo.

Una volta che sarà solidificata, estraetela, togliete il bordo apribile e eliminate la carta da forno.

 

Top fragoloso Lavate le fragole,  tagliatele a pezzetti e mettetele a cuocere a fuoco dolce per qualche minuto, aggiungendo il fruttosio. Lasciate raffreddare e rovesciate sulla cheese cake raffreddata.

  SIMIL CHEESE CAKE NON SONO ZUCCHEROSA (11)

Biscotti di okara con noci e semi di finocchio

 

BISCOTTI DI OKARA (3)

Con l’okara –  lo scarto della preparazione del latte di mandorle– potete fare svariate ricette. Questi sono biscotti, ai quali ho abbinato la crusca di avena e lo yogurt di soia, e non contengono nè uova, nè lievito.  Sono perfetti per colazione, magari spalmati di marmellata.

Okara di mandorle + crusca di avena = ig bassissimo.

 BISCOTTI DI OKARA

Biscotti di okara (di mandorle)

(no uova, no lievito, ig superbasso)

 

BISCOTTI DI OKARA (1)Tempi

10 minuti per prepararli + 1 ora di riposo + 40 minuti di cottura

 

Ingredienti

150 gr okara
100 gr crusca d’avena
40 gr noci
50 gr sciroppo di agave
250 gr yogurt di soia
Semi di finocchio

 

Cottura

40  minuti

180 gradi

 

Preparazione

Tagliuzzate le noci, unitele l’okara, la crusca, l’agave, i semi di finocchio e lo yogurt. Formate un salamotto  e avvolgetelo nella pellicola trasparente. Mettetelo nel frigo un’oretta.

Poi estraetelo, formate dei biscotti più o meno dello stesso peso. Appoggiateli su una placca foderata da carta da forno.

Fateli cuocere 40 minuti a 180 gradi.

BISCOTTI DI OKARA (2)

Muffin/biscotti allo zucchero di cocco façon Torta allo yogurt

MUFFIN ZUCCHERO DI COCCO 1

Avete presente la torta allo yogurt? È forse la più semplice ricetta di dolce che io conosca. E anche la prima  che abbia imparato a fare.

È  all’anglosassone: non occorre la bilancia.  

Parti dai barattoli di yogurt, li svuoti nella terrina, li sciacqui e li usi come “misurino” per aggiungere la farina, lo zucchero, l’olio ecc ecc.

Il bello è che una volta capito come fare l’impasto, questa torta diventa un jolly.

MUFFIN ZUCCHERO DI COCCO 2Così  puoi perfezionarti aggiungendo lo zest di limone, la vaniglia, il cocco, gocce di cioccolato, oppure, una volta raffreddata, la puoi farcire con marmellata o creme…

E non so se avete notato, ma la torta allo yogurt viene sempre benissimo… perchè  alla base dell’impasto c’è lo yogurt che favorisce la lievitazione.

La ricetta di oggi sfrutta la stessa tecnica per dosare gli ingredienti e formare un impasto che si può adoperare per biscotti al cucchiaio, oppure per muffin.

Io ho fatto entrambi, e non saprei dirvi quale dei due sia il migliore. 

 

 MUFFIN ZUCCHERO DI COCCO

Muffin/biscotti allo zucchero di cocco facon Torta allo yogurt

(no uova, no lievito, no latte)

 

Tempi

10 minuti +  25 minuti per la cottura

 MUFFIN ZUCCHERO DI COCCO 5

Ingredienti 

2 pot  fiocchi di avena
2 pot  farina integrale di farro
(un po’ meno di 1) pot olio non troppo saporito
1  pot  zucchero di cocco
2 pot di yogurt di soia
1 arancia  – il succo
40 gr noci

 

Cottura

25 minuti
180 gradi

 

Preparazione

 

Una volta dosati gli ingredienti versateli tutti in una terrina e amalgamateli.

Se avete deciso di preparare dei biscotti al cucchiaio stendete sulla placca un foglio di carta da forno e disponete a cucchiaiate  l’impasto. 

Altrimenti preparate la teglia per i muffin o delle forme individuali e procedete come al solito.

MUFFIN ZUCCHERO DI COCCO 4

Barretta energetica Omega 3

Barretta Omega3

 

Dopo la barretta energetica #tuttafrutta, e la barretta energetica mediterranea, vi propongo questa che è un tripudio di cose “che fanno bene”…

Barretta Omega3 2 

Barretta energetica Omega 3

( e omega 6, acidi grassi, acido oleico, vitamina B3, vitamina E, magnesio, acido folico, arginina e fibre alimentari…)

 

Barretta Omega3 3

Tempi

10 minuti + la cottura

Ingredienti

Per 20 barrette
40 gr farina integrale di canapa sativa
100 gr crusca di avena
50 gr fiocchi di avena
30 gr arachidi
30 gr semi di zucca
30 gr semi di lino
30 gr semi di sesamo
30 gr semi di papavero
250 gr yogurt di soia
100 gr composta di mele
Arancia bio – la scorza a pezzetti
Limone bio – la scorza a pezzetti
3 cucchiai di burro di semi di girasole

 

Cottura

20 minuti
180 gradi

 

Preparazione

Mescolate prima gli elementi “asciutti” girando bene per distribuirli nella terrina in modo uniforme, poi aggiungete lo yogurt di soia, la composta di mele e per ultimo il burro di semi di girasole.

#sandwicciate l’impasto fra due fogli di carta da forno, schiacciando con il mattarello, togliete il foglio di carta superiore. Fate in modo che vi venga una forma abbastanza regolare, o quadrata o rettangolare perché dovrete tagliarla in barrette.

Cuocete 20 minuti in forno a 180 gradi.

Tirate fuori e tagliate subito, perché da fredda si sbriciola di più.

 

Barretta Omega3 5