Monjavina a basso indice glicemico

 Monjavina o Almoixavena è una ricetta di origine araba che viene prodotta molto nella comunità valenciana, specialmente nella zona di Xátiva.

Un tempo si preparava il giovedì di Carnevale, ma ora si trova nelle pasticcerie ogni giovedì dell’anno.

Contiene uova, farina, olio d’oliva, acqua, zucchero e cannella, viene cotto al forno.

Puoi servirla con della confettura, oppure con della crema di cacao, o del miele o semplicemente gustata da sola.

È incredibile come questo semplice impasto cresca e si sfogli in forno, formando grinze e pieghe. È una vera golosità da servire come spuntino accompagnata ad un buon caffè o per festeggiare qualche evento speciale fin dalla colazione.

Gli almoixavenes, compaiono nei primi libri di cucina medievali del XV sotto vari nomi, come: naranjas de Xàtiva, taronges da Xàtiva. Sono anche chiamate monache chissà magari è l’ennesimo dolce inventato tra le mura di un convento.

Come preparare la ricetta araba

Ingredienti per due teglie larghe

  • Acqua 240 ml
  • Olio d’oliva 240 ml
  • Farina di tipo 2, 240 gr
  • Uova 6
  • Zucchero Muscovado  60 gr
  • Cannella
  • Sale

Preparazione

  • In una casseruola, scaldate l’acqua e l’olio a fuoco medio.
  • Quando inizia a bollire aggiungete la farina e un pizzico di sale.
  • Togliete il pentolino dal fuoco e mescolate per amalgamare con un cucchiaio fino a quando il composto diventa cremoso.
  • Lasciate raffreddare il composto per 20 minuti.
  • Aggiungete le uova, una alla volta.
  • Sbattete con una frusta a mano o uno sbattitore elettrico fino a quando non sono completamente miscelate.
  • Mescolate il muscovado alla cannella.
  • Versate il muscovado sulle teglie rivestita di carta forno.
  • Versateci sopra l’impasto livellandolo con una spatola.
  • Cospargete generosamente con il muscovado rimasto.
  • Infornate a 200 gradi.
  • Cuocete fino a quando l’impasto non si alza, da 25 a 30 minuti.
  • Servite tiepida o fredda.

Monjavina di Xàtiva

Xàtiva in valenciano e Jàtiva in castigliano, è una città spagnola di poco meno di 30.000 abitanti. È un’antica cittadina appartenente alla Comarca della Costiera della comunità autonoma di Valencia.

La regione di Valencia è una di quelle regioni della Spagna da visitare assolutamente. A Xàtiva oltre a molteplici bontà gastronomiche tra le quali una specie di pizza che dicono sia la lontana antenata della pizza napoletana non può mancare la visita al Castello.

Posto in alto nella collina gode di un panorama unico, dal quale risulta chiara la funzione di postazione di controllo del territorio. Qui hanno avuto i natali i due papi della famiglia Borgia : Alessandro IV e Callisto III.

In piazza Trinidad puoi trovare la fontana più antica di tutta la Spagna, dalla quale sgorga l’acqua dal tempo dei romani. Ti consiglio di perderti tra le vie di questa meravigliosa cittadina e possibilmente di giovedì così dopo aver ammirato un’infinita quantità di dimore storiche, puoi fermarti in un formo e gustare la Monjavina bevendo un’ottimo bicchiere di Socarrada ( birra locale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiedi un sito come questo!