Tartelletta semi, fiocchi d’avena e crema di nocciola

Ingredienti per 4 tartellette da 8 cm di diametro
150 g di semi vari – zucca, lino, girasole
2 cucchiai di zucchero di cocco o altro a basso ig
2 cucchiai colmi di farina di ceci
2 cucchiai di fiocchi d’avena
150 g acqua
2 cucchiai di olio EVO
2 fichi secchi (o altra frutta secca)

Nocciolata Rigoni 

Cottura
15/20 minuti
180 gradi

Preparazione
1. In un bicchiere sciogliete la farina di ceci e lo zucchero nell’acqua, quindi unite l’olio.
2. Fate riposare 15 minuti.
3. Frullate brevemente i semi, a intermittenza. Devono ridursi ma non trasformarsi in farina.
4. Tagliate i fichi secchi a fettine.
5. Ungete il fondo degli stampi, tagliate delle circonferenza con la carta forno e fatele ben aderire.
6. In una terrina incorporate i semi con la parte liquida preparata in precedenza e le fettine di fichi.
7. Dividete l’impasto negli stampi e schiacciatelo sul fondo con le mani umide o con il dorso di un cucchiaio.
8. Infornate per 15/20 minuti a 180 gradi.
9. Estraete le tartellette dagli stampi, spalmate subito la crema di nocciola sulla superficie e appoggiatela su un piano di legno per farle evaporare.

 

Tortillas di farina di lenticchie – no glutine, no uova, no latticini

Ingredienti per 10 tortillas da 15 cm di diametro
200 g lenticchie – verdi bio per me
50 g farina di ceci
15 g sale
200 ml acqua
50 ml olio EVO
½ cucchiaino di lievito bio per torte salate

Preparazione

  • Riducete in farina le lenticchie – io ho usato il Bimbi a velocità 10 per un minuto -.
  • Unite il sale, la farina di ceci e il lievito. Mescolate bene.
  • Aggiungete acqua e olio.
  • Fate riposare una mezz’oretta nel frigorifero.
  • Scaldate un filo d’olio in una padella, versate l’impasto a cucchiaie come per fare le crepes. Aggiungete altra acqua all’impasto se vi sembra troppo solido.
  • Fate cuocere un paio di minuti da un late e girate dall’altro.
  • Farcite a piacere.

Farinata “aux fines herbes”, con poesia

Farinata “aux fines herbes” (2)

Farinata mon amour!

Io amo la farinata, ne mangio a tonnellate. Questa versione è veloce e non unta, provatela.  Tagliatela  a pezzetti  e portatela in tavola caldissima, con il pepe a parte.

Ieri le Civette hanno incontrato Erika Mennella, giovane amica dallo spirito lirico, e l’hanno invitata alla Cena con grembiule.

Erika ha accettato, snocciolando Oh estate abbondante di  Pablo Neruda, (sa quanto piaccia il Poeta a me e alle Civette.).

Il connubio cena-poesia ha entusiasmato le tre pennute che hanno voluto inserirla nel post…eccovela dunque…

 

Oh estate abbondante,

carro di mele mature,

bocca di fragola in mezzo al verde,

labbra di susina selvatica,

strade di morbida polvere sopra la polvere,

mezzogiorno, tamburo di rame rosso.

A sera riposa il fuoco,

la brezza fa ballare il trifoglio,

entra nell’officina deserta;

sale una stella fresca verso il cielo,

crepita senza bruciare la notte dell’estate.

Farinata “aux fines herbes” (1)

Farinata “aux fines herbes”
(Assolutamente non unta!)
(no glutine, no uova, no lattosio, ig bassissimo <35)

Tempi
Una notte di riposo
20 minuti di cottura in padella
10 minuti al forno

Farinata “aux fines herbes”

Ingredienti
per 3 grosse farinate nella padella da 28 cm
150 gr farina di ceci
350 ml acqua
50 gr formaggio grana
Erba cipollina
Origano fresco
Basilico
Sale, pepe

Cottura
Padella: 20 minuti +
Forno :10 minuti
220 gradi

Preparazione
Qualche ora prima (meglio se una mezza giornata in anticipo) emulsionate in un barattolo la farina di ceci, il sale e l’acqua. Riponete nel frigo e magari, passando di lì, di tanto in tanto agitate il contenuto del barattolo.

Al momento della preparazione accendete il forno a 220 gradi e scaldate una padella con un filo d’olio, o anche no se è antiaderente.

Riprendete dal frigo il barattolo, aggiungete il formaggio grana, il pepe e tutti gli odori.

Farinata “aux fines herbes” (3)

Sbattete bene e versate a cucchiaiate nella padella bella calda. Lasciate cuocere da un lato alcuni minuti, poi girate e fate prendere colore anche dall’altro lato.

Quando non avrete più pastella infilate nel forno le farinate appoggiandole su una teglia rivestita di carta forno.

Dieci minuti e sono pronte.

Tagliate a pezzi irregolari e cospargete di pepe.

Servite subito.

Farinata “aux fines herbes” (4)

Focaccia alla farine di Lenticchie e di Ceci

FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (2)

L’abbinamento farina di lenticchie, farina di ceci non è, come si dice, “farina del mio sacco”. Mi è stato suggerito da Barbara un’amica mia, e del blog “Tre Civette sul Comò”, che ha adoperato questo mix per i cracker che ho pubblicato tempo fa.

Mi sono incuriosita e ho voluta usarlo anche io.

Le lenticchie, assieme ai ceci e alle mandorle sono un trio di alimenti ad ig molto molto basso, e assolutamente  gluten free.

Questa focaccia, quindi,  è uno di quei alimenti da tenere sempre presente per antipasti o per accompagnare pomodori, formaggi,  ratatuia, salumi o quant’altro. Io che amo molto la farinata – ci vivo praticamente –  devo dire che in cottura l’odore dei ceci sovrasta gli altri e sprigiona il tipico profumo delle tavernette che nel pomeriggio sfornano farinate a ritmo continuo. Cioè per lo meno lo fanno qui in Liguria.

Inoltre la farina di ceci abbinata ad un liquido può sostituire l’uovo nelle ricette. Quindi se voi volete una focaccia uovo-free potete togliere l’uovo dalla lista degli ingredienti della focaccia aggiungendo 60 gr di latte di soia alla dose già indicata.

Per quanto riguarda la farina di lenticchie sinceramente non so se si trovi nei negozi, io ho utilizzato il mio buon Bimby e me la sono fatta in autoproduzione. Penso si possa fare altrettanto con un mixer di altra marca.

 

 FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (4)

Focaccia alla farine di lenticchie e di ceci

(senza glutine, senza lattosio, ig bassissimo)

 

Tempi

15 minuti per prepararlo + 20 di cottura

 FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (1)

Ingredienti

100 gr farina di lenticchie
100 gr farina di mandorle – mandorle tritate grossolanamente per me
50 gr farina di ceci
20 gr semi di sesamo + un po’ per la finitura – tostati
30 gr semi di girasole + un po’ per la finitura – tostati
300 ml latte di soia
1 uovo ( oppure no, aggiungendo 60 gr di latte di soia alla dose indicata)
½ bustina di lievito per torte salate – meglio se bio
2 cucchiai di olio EVO + un po’ per la finitura
Erba cipollina – per la finitura
Sale
Pepe

 

Cottura

20  minuti
220 gradi


Preparazione

Ho fatto col Bimby la farina di lenticchie. Velocità 10 per un minuto e venti. Se anche voi optate per la autoproduzione siate più furbi di me: non aprite il coperchio subito dopo aver spento il motore del Bimby…aspettate qualche istante. Eviterete di essere assaliti da una nuvola verde impalpabile!

Mischiate tutti gli ingredienti.

Come sempre prima quelli secchi, molto molto bene, poi aggiungete quelli liquidi.

Rovesciate l’impasto su una placca da forno coperta di carta da forno. Fate un giro di olio sulla superficie, cospargete di semi di sesamo e di girasole e di una spolverata di erba cipollina.

Mettete in forno a 220 gradi per 20 minuti.

FOCACCIA ALLE FARINA DI LENTICCHIE E DI CECI (3)

Cracker alle farine di ceci e orzo integrale

Cracker cotti

 

Cracker accompagna-salsine negli antipasti,  cracker finger food…questa ricetta si adatta a qualsiasi occasione.

 

Cracker alle farine di ceci e di orzo integrale

 

Tempi

5 minuti + il riposo + 10 minuti di cottura

Cracker impasto

 

Ingredienti

130 gr farina di orzo integrale
130 gr farina di ceci
8 gr sale
30 gr olio Evo
90 gr acqua
Semi di girasole – un po’
Timo – un po’

 

 

Cottura

10 minuti
200 gradi

 

 

 

Preparazione

Impastate le farine con gli altri ingredienti ad eccezione dei semi di girasole. Lasciate riposare una mezz’oretta, poi #sandwicciate la palla di impasto tra due fogli di carta da forno, e passateci sopra il mattarello.

Schiacciate bene, il risultato dovrà essere croccante, quindi bisogna ottenere una sfoglia abbastanza fine. Più di un biscotto, per intenderci.

Poi passate la rotella formando dei rettangolini ( oppure potete optare per dei bastoncini o  dei triangoli… è uguale) quindi versate i semi di girasole, coprite nuovamente con la carta da forno e premeteli sull’impasto.

Cracker da cuocere

Togliete la carta e infornate per 10 minuti a 200 gradi.

Attenzione alla cottura: bruciarli è un attimo ( a me è successo due volte…) piuttosto gli ultimi minuti sorvegliateli a vista.

Una volta cotti staccate i cracker lungo le linee tracciate dalla rotella.

Cracker - timo